William Hurt è morto: addio all’attore de “Il grande freddo” e “Il bacio della donna ragno”

Ci lascia un interprete di immenso talento

Il mondo del cinema piange la scomparsa di un attore di immenso talento, un antidivo dal carattere timido e riservato. È morto all'età di 71 anni William Hurt, interprete premio Oscar di numerosi film cult e di pellicole di successo.

Il grande attore si è spento una settimana prima del suo 72° compleanno, “serenamente in famiglia, per cause naturali”, ha annunciato uno dei suoi figli.

William Hurt è stato uno degli attori più popolari e amati degli anni '80, grazie a pellicole come Stati di allucinazione, Brivido caldo, Il grande freddo, Gorky Park, Figli di un dio minore, Turista per caso e Ti amerò... fino ad ammazzarti. Nel 1986 ha vinto l'Oscar di miglior attore protagonista per Il bacio della donna ragno, in cui aveva il ruolo di un omosessuale incarcerato.

In seguito ha interpretato altri film d'autore come Fino alla fine del mondo di Wim Wenders, Smoke di Wayne Wang, Jane Eyre di Franco Zeffirelli, A.I. - Intelligenza artificiale di Steven Spielberg, The Village di M. Night Shyamalan, A History of Violence di David Cronenberg e Into the Wild - Nelle terre selvagge di Sean Penn.

Negli ultimi anni lo abbiamo visto inoltre nei panni del generale Thaddeus “Thunderbolt” Ross in alcuni film del Marvel Cinematic Universe: L'incredibile Hulk, Captain America: Civil War, Avengers: Infinity War, Avengers: Endgame e Black Widow.

William Hurt è stato sposato due volte e lascia quattro figli, oltre a un sacco di interpretazioni memorabili che meritano di essere viste, o riviste.

ph: getty images