Tom Holland e Zendaya pensano che Timothée Chalamet sarebbe un perfetto villain di Spider-Man

E sanno anche quale cattivo

Timothée Chalamet aveva fatto il provino per Spider-Man, ma poi la parte l'aveva vinta Tom Holland. Questo però non toglie che sarebbe comunque adatto per un altro ruolo nel franchise, o almeno questo è quello pensano proprio Tom e Zendaya.

In una nuova intervista con l'Associated Press per promuovere Spider-Man: No Way Home, i due attori hanno affermato di essere entrambi d'accordo sul fatto che Timothée sarebbe un villain perfetto per il franchise cinematografico. In particolare per il ruolo di Harry Osborn, il personaggio di Green Goblin interpretato da James Franco e Dane DeHaan nei precedenti adattamenti. 

Zendaya e Tom Holland alla première di Londra di Spider-Man: No Way Home - getty images

Penso che sarebbe un buon amico di Spider-Man. O un nemico di Spider-Man!”, ha detto Zendaya.

Tom ha aggiunto che Timothée sarebbe l'attore giusto per interpretare un tipo specifico di cattivo che inizia bene e lentamente diventa corrotto, un arco simile a quello di Harry Osborn:

"Penso che sarebbe bello averlo come amico e poi diventa un po' cattivo, e poi può essere proprio un cattivo", ha aggiunto.

Timmy come Green Goblin non sarebbe soltanto un perfetto amico-nemico del Peter Parker di Tom, ma gareggerebbe anche per l'amore di MJ aka Zendaya:

Forse arriverebbe per MJ e io gli dico, ‘Whoa, Harry! Faresti meglio a guardare come ti muovi intorno alla mia ragazza, fratello!'", ha continuato Tom.

Dato il recente ronzio di Internet sulla chimica tra Zendaya e Timothée in Dune, questo commento potrebbe avere molto senso. LOL

Zendaya e Timothée Chalamet alla première di Dune al Festival di Venezia 2021 - getty images

Timothée aveva fatto il provino per Spider-Man: Homecoming nel 2015. In un'intervista del 2018 con The Hollywood Reporter, l'attore aveva ricordato di come avesse fallito l'audizione:

"Ho letto due volte e sono partito sudando in preda al panico", aveva raccontato Timothée all'epoca. “Ho chiamato il mio agente Brian Swardstrom e gli ho detto: 'Brian, ci ho pensato molto e devo tornare indietro e bussare a quella porta e leggere di nuovo', e lui mi ha raccontato la storia di Sean Young e come, in un tentativo di diventare Catwoman, [lei] aveva spaventato tutti quando si era presentata ai cancelli dello studio in costume".

Le cose sembrano aver funzionato comunque per Timothée. Quest'anno, oltre a recitare al fianco di Zendaya in Dune, ha anche lavorato con il pluripremiato regista Wes Anderson in The French Dispatch. E in ogni caso, gli è stato sconsigliato da uno stretto confidente di non prendere mai parte a film di supereroi:

"Uno dei miei eroi - non posso dire chi o mi prenderebbe a calci nel sedere - mi ha abbracciato la prima sera che ci siamo incontrati e mi ha dato qualche consiglio: niente droghe pesanti e nessun film di supereroi", ha raccontato Timmy alla rivista Time l'ottobre scorso.

ph. getty images