No, Robert Pattinson in quarantena non si sta allenando affatto per “The Batman”

Oh, Robert!

Robert Pattinson è la cover star del nuovo numero di GQ e nell'intervista di copertina l'attore racconta la sua quarantena. Rob sta passando questo periodo di auto isolamento responsabile con la fidanzata, che non cita chiaramente, ma tutti gli indizi portano a pensare che si tratta di Suki Waterhouse. Poi passa a parlare di The Batman, ma gli aggiornamenti sul tanto atteso film non sono affatto quelli che potresti immaginare.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Presenting GQ’s June/July cover star: Robert Pattinson. Self-portraits by Robert Pattinson, taken in April while in isolation in London. Head to the link in bio for the whole story.

Un post condiviso da GQ (@gq) in data:

Come sai, le riprese di The Batman di Matt Reeves sono state sospese a causa del coronavirus. Probabilmente penserai che il lockdown del 34enne è scandito da una rigida routine di allenamenti mirati per avere un fisico da supereroe. Ecco niente affatto, Robert non ha alcuna intenzione di allenarsi

La produzione del film gli ha trovato una casa a Londra, perché Robert Pattinson ora vive a Los Angeles, poi ha assunto un'allenatrice, che ha dato all'attore una palla Bosu e dei pesi, chiedendogli di usare entrambi durante la quarantena. Indovina? Robert sta completamente ignorando le indicazioni:

"Penso che se ti alleni continuamente, tu fai parte del problema", ha detto alla rivista. Per "tu" intende gli altri attori. “Imposti un precedente. Nessuno lo faceva negli anni '70. Perfino James Dean: non era esattamente allenato".

Per chiarire meglio passa a raccontare un aneddoto di Twilight: "l'unica volta che mi hanno detto di togliermi la maglietta, penso che mi abbiano detto di rimetterla subito."

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

For the June/July issue of GQ, Zach Baron spoke with Robert Pattinson. Hit the link in bio for a dispatch from his isolation.

Un post condiviso da GQ (@gq) in data:

Continua dicendo che ha chiamato al telefono la sua co-star Zoë Kravitz, che interpreta Catwoman, e gli ha detto che si sta allenando cinque giorni alla settimana da quando è stato dato lo stop alle riprese. Nemmeno il confronto gli ha fatto cambiare idea perché come ammette Robert: "Letteralmente, faccio a malapena qualsiasi cosa".

Caro Robert, ci riconosciamo assolutamente nei tuoi sentimenti da quarantena, li proviamo anche noi. Ma Batman è Batman e un ruolo così capita una volta sola nella vita. Però c'è anche da dire che il nuovo costume dell'uomo pipistrello è così strutturato da poter nascondere qualsiasi cosa. LOL

ph. getty images