Robert Pattinson pensa di non avere alcun talento da attore

Mentre il collega Timothée Chalamet proviene da un "altro mondo"

La fama di Robert Pattinson è esplosa quando è stato scelto per interpretare Edward Cullen nella serie cinematografica di Twilight, da allora ha collezionato una serie di ruoli in film importanti come Cosmopolis Maps to the Stars. Eppure il 33enne ha ammesso di sentirsi più un impostore che un attore, dato che ritiene di "essere caduto" nella professione senza meritarlo.

via GIPHY

In una nuova intervista al The Sunday Times, l'attore ha infatti spiegato alla rivista che le sue uniche esperienza di recitazione prima di approdare nel ruolo di Cedric Diggory nei film di Harry Potter, erano state una manciata di lezione di teatro al doposcuola:

"I miei compagni di scuola incontravano la mia ex insegnante e le dicevano: è così strano quello che è successo a Rob..."

E poi ha aggiunto: "Alcune persone devono mostrare alla gente il loro talento. Io penso di non averne letteralmente nessuno. Proprio nessuno".

Non solo, Rob ha perfino ammesso che quando legge le sceneggiature, spesso pensa: "Sarebbe bello se qualche altro attore lo facesse". 

Quanti incredibili dubbi su se stesso! Va bene la modestia, ma qui stiamo davvero esagerando. 

Robert ha poi fatto un divertente confronto tra la sua esperienza di giovane rubacuori di Hollywood e quella del premio Oscar Timothée Chalamet, con cui ha appena finito di girare un nuovo film per Netflix intitolato The King:

"Da subito candidato all'Oscar, un altro mondo! Alla sua età stavo facendo dei tour nei centri commerciali", ha ricordato, prima di aggiungere: "In realtà lo amavo, una delle cose più divertenti da fare con Twilight".

LOL

ph. getty images