Quentin Tarantino dice che “C’era una volta a… Hollywood” potrebbe essere il suo ultimo film

"Potrei essere davvero felice se mi ritirassi a questo punto"

Quentin Tarantino ha affermato più di una volta la sua intenzione di concludere la sua carriera cinematografica dopo aver diretto dieci film, ma adesso ha avanzato la possibilità che potrebbe anche fermarsi al nono.

Un bel colpo per tutti i cinefeli che hanno adorato le pellicole cult del regista come Pulp Fiction e Kill Bill, che non solo hanno fatto la storia del cinema, ma hanno ogni volta scritto una nuova pagina della pop culture.

Quentin Tarantino - getty images

Il suo nono e speriamo che non sia davvero l'ultimo lungometraggio è C'era una volta a... Hollywood del 2019 con Leonardo DiCaprioBrad Pitt e Margot Robbie. Sette minuti di applausi alla prima mondiale al Festival di Cannes 2019, poi il mega successo di critica e pubblico e i due premi Oscar. E ora ha dato vita anche a un romanzo omonimo, l'esordio da scrittore di Tarantino.

Attualmente il regista è impegnato proprio nella promozione del libro C'era una volta a... Hollywood, in uscita in contemporanea mondiale in 25 paesi tra cui l'Italia il prossimo 29 giugno. Il romanzo racconterà i retroscena della storia dello stuntman Cliff Booth, nel film interpretato da Brad Pitt, che con questo ruolo si è aggiudicato l'Oscar per il miglior attore non protagonista.

Brad Pitt e Quentin Tarnatino a Cannes 2019 - getty images

In un'intervista promozionale al Pure Cinema Podcast, oltre che del libro, Tarantino ha espresso senza mezze misure la sua opinione sugli ultimi film nella carriera di molti famosi registi: 

"Tanti registi realizzano degli ultimi film davvero orribili. Di solito, i loro film più brutti sono gli ultimi che hanno fatto. È questo, per dire, il caso di molti registi della Golden Age che sono finiti con il girare i loro ultimi film tra gli anni '60 e '70. Ed è il caso di tanti registi della New Hollywood che hanno realizzato i loro ultimi film tra gli anni '80 e '90... Chiudere la propria carriera con un film decente quindi è qualcosa di piuttosto raro, in realtà. Quasi fenomenale".

Ed ecco quindi che Tarantino arriva a ipotizzare che potrebbe (o sarebbe meglio) fermarsi a C'era una volta a... Hollywood:

"Forse non dovrei realizzare un altro film, perché potrei essere davvero felice se mi ritirassi a questo punto. È questo l'aspetto più frustrante, perché un sacco di grandi registi, se ci pensate, avrebbero potuto concludere la propria carriera con il loro terzultimo film. Sarebbe stato davvero grandioso come finale. Tipo, che ne so, Don Siegel. Se si fosse fermato con Fuga da Alcatraz, quanto sarebbe stato fantastico? Aveva già detto tutto. Gli altri due film erano semplicemente fatti per lavoro".

Il red carpet della prima di C'era una volta a... Hollywood a Cannes 2019

ph. getty images