Lucy Hale era “mortificata” durante il provino per 50 sfumature di grigio

"Ero ingenua su tutto"

In una nuova intervista con The Associated Press, Lucy Hale ha ricordato la sua imbarazzante audizione per il ruolo di Anastasia Steele in Cinquanta sfumature di grigio. Qualcosa che non scorderà mai per il grado di disagio che ha provato in quel momento, ma per come è anche stato un momento di crescita immediata.

"Ero molto giovane... Doveva essere stato, beh, non proprio 10 anni fa, ma comunque un sacco di tempo fa ed ero mortificata", ha detto.

La star di Pretty Little Liars ha poi spiegato i dettagli dell'audizione:

"Non si trattava di scene vere del film, ma era un monologo molto sessualmente esplicito e non sapevo nemmeno cosa stavo dicendo durante l'audizione".

Ha aggiunto: "Ero un po' ingenua, ma sì, ho fatto il provino. Ovviamente non ho ottenuto la parte, ma è stato un bene per me perché mi ha spaventato così tanto fare un provino del genere".

"Sono andata a una vera convention sul sesso - era selvaggio. Roba che non avevo mai visto prima. Nel film c'erano alcune cose di cui non avevo mai sentito parlare o mai fatto. Quindi l'ho fatto per ampliare i miei orizzonti."

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

just pondering my next hair change 😈

Un post condiviso da Lucy Hale (@lucyhale) in data:

Lucy è una delle molte attrici di spicco ad aver fatto il provino per il ruolo di Anastasia, tra cui Ashley Benson, Kristen Stewart, Lily Collins e Nina Dobrev. Il ruolo di Anastasia alla fine è andato a Dakota Johnson, che ha poi girato tutti e tre i film della serie, Fifty Shades of Grey, Fifty Shades Darker e Fifty Shades Freed.

ph. getty images