Emilia Clarke: perché ha rifiutato la parte di Anastasia in “Cinquanta Sfumature”

Per una semplice e chiara ragione

E chi l'avrebbe mai detto, Emilia Clarke avrebbe potuto essere Anastasia Steele al posto di Dakota Johnson nella saga di "Cinquanta Sfumature". In una nuova intervista a The Hollywood Reporter, la star di "Game of thrones" ha infatti raccontato di essere stata in lizza per il ruolo e poi ha spiegato perché ha deciso di rifiutarlo

"Bene, Sam [Taylor-Johnson, la regista] è magica. La amo e ho pensato che la sua visione fosse bella. Ma era passato molto tempo dall'ultima volta che ero stata nuda davanti macchina da presa [in Game of Thrones], eppure è l'unica cosa di cui tutti mi chiedono di parlare perché sono una donna", ha detto Emilia.

 "Ed è fastidioso come l'inferno e io sono così stanca, perché l'ho fatto per il personaggio - non l'ho fatto così qualche maschio potesse controllarmi le tette, per l'amor di Dio."

Semplice, chiaro. Emilia ne aveva avuto già abbastanza!

Game Of Thrones 8: tutti i look alla premiere dell'ultima stagione del Trono di Spade

ph. getty images