“Dawson’s Creek”: Katie Holmes dice no a un revival della serie cult

Niente da fare per chi sogna di rivederla nei panni di Joey Potter

Dici Dawson’s Creek e vengono subito in mente le note della sigla “I Don’t Want to Wait” di Paula Cole, anche nota dalle nostre parti come “Anouonauei”. Da tempo si parla di un possibile revival o reboot della serie adolescenziale cult, trasmessa per la prima volta negli USA a cavallo tra il 1998 e il 2003, ma a mettere a tacere tali rumor ci pensa ora Katie Holmes.

La storica interprete di Joey Potter ha risposto con un no secco alla possibilità di un suo ritorno nei panni del personaggio che le ha regalato la notorietà internazionale. L’attrice, oggi 43enne, ne ha parlato in una nuova intervista con il sito Screen Rant.

Riguardo a un ritorno di Dawson’s Creek, Katie Holmes ha risposto: “No (ridendo). Sono davvero grata per quell'esperienza. Ne abbiamo parlato più volte nel corso degli anni, e sento che la serie sia stata in grado di catturare quell'esatto periodo temporale nelle vite di ognuno. Per cui penso sia grandioso che ne abbiate nostalgia, anch’io ne ho! Ma, mi domando: vogliamo vederli adesso che non hanno più quell’età? Non lo so, o meglio, non credo. Ecco perché abbiamo deciso tutti di non farlo”.

Un’affermazione che non lascia speranze a chi sperava di vedere un revival di Dawson’s Creek. Dello stesso avviso inoltre è anche Joshua Jackson, che nella serie aveva la parte di Pacey Witter, protagonista di un memorabile triangolo sentimentale con Joey Potter e Dawson Leery (James Van Der Beek).

In un’intervista rilasciata lo scorso anno al magazine Mr. Porter, Joshua ha detto: “Non so perché volete riportare Dawson’s Creek indietro. Nessuno ha bisogno di sapere cosa stanno facendo i personaggi durante la loro mezza età. Li abbiamo lasciati in un bel posto. Nessuno ha bisogno di vedere che a Pacey fa male la schiena. Non penso che abbiamo bisogno di questo tipo di aggiornamento”.

Nel 2019 anche il creatore della serie Kevin Williamson si era dichiarato contrario a un ritorno della serie: “Siamo arrivati alla fine. L'ultimo episodio era ambientato cinque anni nel futuro. Abbiamo dato un degno finale”.

ph: getty images