Daniel Craig spiega perché non pensa che una donna dovrebbe interpretare James Bond

Una ragione condivisibile

Per quanto lo abbiamo amato come 007, la corsa di Daniel Craig come James Bond è giunta al termine.

 No Time To Die, che uscirà al cinema il 30 settembre, sarà l'ultimo film del franchise con protagonista il 53enne dagli occhi di ghiaccio. Quindi la domanda che tutti si fanno è: chi sarà il prossimo James Bond?

Il dibattito su chi dovrebbe interpretare il nuovo 007 è caldissimo. Tom Holland Luke Evans si sono già auto candidati e qui trovi tutti i nomi di cui si parla per il ruolo.

Alcuni fan della serie cinematografica vorrebbero però fosse una donna a prendere il volante dell'Aston Martin, organizzando una vera e propria campagna sui social.

Tuttavia, Daniel Craig non pensa che un'attrice dovrebbe essere scelta per il ruolo e per una ragione importante:

Ci dovrebbero semplicemente essere parti migliori per le donne. Perché una donna dovrebbe interpretare James Bond quando dovrebbe esserci una parte altrettanto buona quanto quella di James Bond, ma per una donna?", ha dichiarato Daniel a Radio Times.

La produttrice della serie cinematografica Barbara Broccoli in precedenza aveva rilasciato una dichiarazione simile nel 2019:

"Dobbiamo fare film su donne e storie di donne, ma dobbiamo creare personaggi femminili e non solo un espediente per trasformare un personaggio maschile in una donna", aveva spiegato a Good Morning Britain.

Nel video qui sotto, puoi ripassare la storia e la carriera di Daniel Craig:

ph. getty images