Dakota Johnson è stata così influenzata dalle scene di “50 Sfumature” che è dovuta andare in terapia

Cosa?

La trilogia di "Cinquanta sfumature" è giunta al temine, e ora Dakota Johnson si è sentita libera di raccontare quanto la sua interpretazione di Anastasia Steele abbia impattato sulla sua salute mentale.

via GIPHY

Parlando con Elle, l'attrice ha rivelato che tutte quelle scene bondage e sadomaso l'hanno portata ad affrontare un percorso di terapia psicologica:

"Non mento, mi ha fo***to così tanto il cervello che sono dovuto andare in terapia".

Dopo aver scoperto come le coprivano le parti intime nelle scene hot, non possiamo darle torto. Le appiccicavano - proprio lì -una specie di perizoma con una super colla

Ecco cosa Dakota aveva raccontato a Marie Claire:

"Usavo questo perizoma senza stringhe laterali che aveva della colla. Non è proprio colla, ma è appiccicoso. Sono, in sostanza, come copri capezzoli, ma in versione tanga. Ma era solo appiccicoso nella parte superiore, non per tutto il tragitto. Molto spesso l'adesivo si consumava e cadeva, quindi lo incollavano con una super colla al mio corpo in modo che non cadesse".

Chissà che dolore toglierlo... Uuuuh! Non sembra affatto piacevole o divertente.

via GIPHY

Ad ogni modo, ringraziamo Dakota Johnson per aver sofferto così tanto per tutti noi sia a livello psicologico che fisico.

Meno male che c'è il suo nuovo fidanzato Chris Martin a prendersi cura di lei. I due non hanno mai confermato ufficialmente il loro amore, ma uscirebbero insieme da ottobre 2017.

Ph: getty images