Bruce Willis si ritira dalla recitazione: ecco il motivo

All'attore 67enne è stata diagnosticata l'afasia

Uno degli attori più amati del mondo lascia il cinema. Bruce Willis si ritira dalla recitazione. Il motivo? Una seria questione di salute.

All'attore 67enne è stata diagnosticata l'afasia, la perdita della capacità di comporre o comprendere il linguaggio, dovuta a lesioni alle aree del cervello deputate alla sua elaborazione. Un disturbo che non gli permette di continuare più con il suo lavoro.

Il triste annuncio è stato fatto dalla famiglia allargata di Bruce Willis al completo, con un comunicato firmato dalle figlie Rumer, Scout, Tallulah, Mabel ed Evelyn, dall'attuale moglie Emma Heming, con cui è sposato dal 2009, e pure dall’ex moglie Demi Moore, cui è rimasto molto legato anche dopo il loro divorzio.

Nel post pubblicato su Instagram da Rumer Willis si legge: “Agli straordinari sostenitori di Bruce, come famiglia volevamo rendere noto che il nostro amato Bruce ha avuto alcuni problemi di salute e gli è stata recentemente diagnosticata l'afasia, che sta influenzando le sue capacità cognitive. Di conseguenza, Bruce si sta allontanando dalla professione che ha significato così tanto per lui”.

La famiglia di Bruce Willis aggiunge quindi: “Questo è un momento davvero impegnativo per la nostra famiglia e apprezziamo molto il vostro costante amore, la vostra compassione e il vostro supporto. Stiamo attraversando questo momento con una forte unità familiare e volevamo coinvolgere i suoi fan, perché sappiamo quanto lui significhi per voi, così come voi per lui. Come dice sempre Bruce: 'Live it up', e insieme abbiamo intenzione di fare proprio questo”.

Bruce Willis ha cominciato a farsi conoscere a metà degli anni '80 con la serie Moonlighting ed è poi diventato un action hero grazie al ruolo di John McClane nella saga di Die Hard, cominciata nel 1988 con Trappola di cristallo.

Nel corso della sua carriera ha poi recitato in numerosi altri film cult e successi come L'ultimo boy scout, La morte ti fa bella, Pulp Fiction, L'esercito delle 12 scimmie, Armageddon - Giudizio finale, The Sixth Sense - Il sesto senso, Unbreakable - Il predestinato, Sin City e Looper, giusto per citarne alcuni.

ph: getty images