Biancaneve: Rachel Zegler confessa che era terrorizzata dal film animato

La star del nuovo live action aveva paura della Regina Cattiva

Ammettiamo che questa non ce l’aspettavamo. Rachel Zegler, la protagonista della nuova versione live action di Biancaneve, ha confessato che da bambina era terrorizzata proprio dal film animato Disney.

L’attrice 21enne, lanciata da Steven Spielberg nel recente remake di West Side Story, è stata scelta come nuova interprete di Biancaneve, nella pellicola live action prevista in uscita nel 2024. Un ruolo che in passato è stato ricoperto tra le altre da Lily Collins nel 2012 in Biancaneve di Tarsem Singh e lo stesso anno da Kristen Stewart in Biancaneve e il cacciatore di Rupert Sanders.

In una recente intervista con Entertainment Weekly, Rachel Zegler ha raccontato che da bambina ha visto il classico Disney del 1937 Biancaneve e i sette nani una sola volta e di essere rimasta parecchio spaventata dalla Regina Cattiva, che nell'atteso live action diretto da Marc Webb sarà interpretata da Gal Gadot.

La Zegler ha spiegato: “Avevo paura del cartone animato originale. Penso di averlo visto una sola volta da bambina, e poi non l'ho più ripreso. Sono seria, non sto scherzando, l'ho visto una volta perché mi faceva paura. Poi una volta sono andata a fare un giro a DisneyWorld, e c'era un'attrazione che si chiamava 'Le avventure spaventose di Biancaneve', e già dal nome non sembra qualcosa che possa piacere a un bambino! Ne ero terrorizzata, decisi che non avrei mai più rivisto Biancaneve. Superai questa paura, credo, intorno ai sedici, diciassette anni”.

Chi altri come lei è rimasto traumatizzato dalla Regina Cattiva di Biancaneve?

ph: getty images