Maurizio Cattelan trasforma Kendall Jenner in opera d’arte per Garage Magazine

Un servizio fotografico pazzesco

Una collaborazione da capogiro, un servizio fotografico pazzesco: Kendall Jenner posa per Garage Magazine, ritratta dal fotografo Campbell Addy, in pose immaginate da Maurizio Cattelan. La super modella entra nel mondo di Cattelan e ricrea alcune delle sue famose opere. La copertina è una rivisitazione della scultura Trophy Wife, possiamo riconoscere lo scotch della chiacchieratissima banana esposta ad Art Basel di Miami 2019, ancora Kendall appesa come il cavallo in tassidermia al Castello di Rivoli, un sacco di piccioni come alla Biennale di Venezia del 2011. 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

NEW @garage_magazine COVER by @campbelladdy @mauriziocattelan

Un post condiviso da Kendall (@kendalljenner) in data:

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

@garage_magazine by @campbelladdy @mauriziocattelan @gabriellak_j @guiducci

Un post condiviso da Kendall (@kendalljenner) in data:

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

@garage_magazine by @campbelladdy @mauriziocattelan @gabriellak_j @guiducci

Un post condiviso da Kendall (@kendalljenner) in data:

Insomma, un gioco di auto citazione, dove però non manca la moda. Il classico tailleur in tweed di Chanel, il voluminoso abito tutto di piume rosa di Marc Jacobs, la giacca destrutturata e leopardata di Balenciaga, i sandali rossi di Gucci. Il legame tra il mondo della moda e l’arte contemporanea è da molto tempo divenuto un rapporto proficuo e foriero di nuovi sviluppi. Questa volta a interpretarlo: la modella più pagata al mondo e uno degli artisti contemporanei più dissacranti che, beh, non ha certo bisogno di presentazioni.

ph. getty images