La storia dell’iconica tutina rossa di Britney Spears nel video di “Oops!… I Did It Again”

"Sapeva cosa voleva e cosa le piaceva - questo è ciò che la rende Britney"

Ecco un anniversario che potresti aver perso: sono passati 20 anni da quando Britney Spears ha pubblicato il suo secondo album in studio, "Oops! ... I Did It Again". Quel famoso disco racchiude alcuni dei più grandi successi della principessa pop degli anni 2000, come "Stronger" e "Lucky". Ma è il singolo che dà il nome all'album ad aver scritto una pagina della cultura pop e non solo per il suo ritornello. La tutina rossa che indossa nel videoclip musicale è qualcosa di iconico - tanto da essere stata rivisitata anche da Miley Cyrus nel videoclip di "Mother's Daughter". In onore dell'anniversario dell'album, Vogue ha intervistato Estee Stanley, la stylist che si è occupata dei costumi del video, che ha rivelato degli inimmaginabili retroscena.

via GIPHY

La stylist ha rivelato che ha lavorato con Britney all'idea dei costumi per il videoclip a tema spaziale:

"Volevamo che tutto fosse sexy e monocromatico."

Tuttavia, sei i costumi per il corpo di ballo sono stati decisi senza troppi indugi, non riuscivano a trovare un look che avrebbe potuto mettere Britney al centro della scena. Allora la pop star e la stylist hanno deciso di chiedere aiuto a Michael Bush, un costumista che a quei tempi lavorava a stretto contatto con la cantante.

"È stata una cosa dell'ultimo minuto andare da lui e vedere se poteva fare qualcosa per noi", ha ricordato Stanley. "Nel mondo della musica, tutti devono fare tutto in due minuti, quindi sapevamo che poteva farcela. E l'ha fatto."

via GIPHY

Non ci sono voluti due minuti, ma un'intera notte di lavoro, l'indomani mattina il costumista si è presentato da Britney con l'iconica tuta in lattice rosso. La pop star la adorò immediatamente, sebbene la stylist avesse delle riserve sulla scelta del lattice:

Se indossi una capo in lattice, inizi a sudare immediatamente e sapevo che avrebbe ballato tutto il giorno. Avevo paura che sarebbe svenuta”, ricorda Stanley.

Per questo motivo ha seguito Britney per tutta la durata delle riprese con molta apprensione:

"Dopo una ripresa, le ho tirato giù la zip e sembrava letteralmente come se avessero versato un secchio d'acqua dentro la tuta", ha detto. "Ha avuto una giornata molto intensa, per non dire altro."

via GIPHY

Ma la fatica le è valsa un posto nella storia del pop e più di due decenni dopo, la stylist ammira ancora la creatività della cantante e attribuisce grandemente il successo di "Oops!" alla visione iniziale di Britney:

"Anche con il suo vestito da scolaretta [da" Baby One More Time "], ha impostato un precedente per essere quella che esce sempre con qualcosa di davvero memorabile", afferma Stanley. “La gente non se lo aspettava. Era ancora giovane e innocente, e poi all'improvviso esce con questo vestito sexy e attillato. Sapeva sicuramente cosa voleva e cosa le piaceva - questo è ciò che la rende Britney."

Ora vale la pena rivedere il videoclip di "Oops! ... I Did It Again", giusto? Eccolo qui:

ph. getty images