Katy Perry: “basta dipendenza da shopping”, ora compra vestiti solo se necessario per aiutare a salvare l’ambiente

"Sono consapevole di quanto abbia sprecato"

Katy Perry è famosa per il suo guardaroba glamour, eclettico e irriverente, proprio come tutte le sue innumerevoli hit pop di successo.

Dopo aver fatto autocritica, la pop star 36enne ha però deciso di mettere un freno alla sua "dipendenza da shopping" nel tentativo di salvare l'ambiente:

"Ero così dipendente dallo shopping. Sono diventata così consapevole di quanto abbia sprecato come consumatrice di vestiti", ha ammesso parlando con i fan in una recente Instagram Live. 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Katy Perry Italian FC (backup) (@katyperryitalianfcnew)

"Nella mia vita personale ho promesso a me stessa che non comprerò più. Voglio acquistare solo per necessità", ha continuato Katy.

La cantante di "Not the End of the World", che ad agosto ha accolto sua figlia Daisy Dove con il fidanzato Orlando Bloom, ha anche sottolineato il terribile impatto ambientale del fast fashion:

"I vestiti sono tra le prime cinque cose più inquinanti per il nostro pianeta e non posso fare più parte di questo meccanismo come ho fatto un tempo. Soprattutto sapendo che mia figlia crescerà in questo mondo".

La preoccupazione della neo mamma è reale. Il modo di fare shopping attuale è orientato a soddisfare impulsi immediati e quello che compriamo vale molto spesso la mania di una stagione. Al contrario, anni fa venivano prodotti e acquistati capi d'abbigliamento perché durassero nel tempo e potessero essere indossati il più a lungo possibile.

Questa pratica ha un impatto ambientale devastante sul pianeta. Ogni anno milioni di tonnellate di vestiti nuovi, ma mai acquistati, vengono gettati via inquinando prima a causa della loro produzione e poi per il loro smaltimento.

Perché quindi non possiamo considerare ciò che già esiste come uno dei modi per esprimere il nostro stile in modo sostenibile? La prima possibilità è provare a indossare tutto quello che abbiamo nell'armadio, poi sforzarci di comprare più cose vintage o di seconda mano.

ph. getty images