Kaia Gerber è una delle modelle di più successo, ma ha una voce e vuole essere presa sul serio

Non è solo un corpo, ha un sacco di cose importanti da dire

"Per molto tempo, pensavo che il mio viso e il mio corpo avessero più da dire di quanto avessi io, perché è quello che la gente pensava di me", inizia così l'intervista di copertina di Kaia Gerber per Vogue, di cui è la splendida cover star del nuovo numero di giugno.

A soli 19 anni, Kaia è una delle modelle di maggior successo al mondo, ma ci tiene a dire che ora sente il bisogno di non essere più solo un corpo, ha anche una voce e vuole farla sentire:

"Ho sempre voluto essere buona e semplice, per non creare problemi", spiega, "ma quando lo fai, a volte finisci per perdere la voce."

Kaia Gerber e mamma Cindy Crawford - Getty Images

Poi ha acquisito la fiducia necessaria per parlare ed esprimere le sue opinioni:

"Ho iniziato così giovane che le persone non si aspettavano che avessi un'opinione sulle cose, e mi andava bene, perché non mi sentivo abbastanza a mio agio in chi ero. Ma quando sono diventata un po' più grande, ho iniziato ad aspettare che qualcuno, specialmente nelle interviste, mi chiedesse qualcosa di diverso da 'Quali sono i tre oggetti nella tua borsa?'. Pensavo: "Non lo chiederesti mai ad Adam Driver, giusto?'. Stavo aspettando di essere invitata a parlare. Alla fine mi sono invitata da sola. E quella è stata una sensazione davvero liberatoria."

L'estate scorsa, ha partecipato alle proteste di Black Lives Matter e per il suo club del libro che organizza su Instagram sceglie letture che esplorano le complessità dell'America:

"In passato, mi sono tenuta lontano dal fare politica perché non volevo parlare di cose di cui non ero a conoscenza. Ma quest'anno ho davvero avuto l'opportunità di imparare".

Kaia sogna da sempre di andare all'università, ma la carriera di modella non lo rende possibile in questo momento. Quindi ha deciso di usare la sua passione per la lettura per migliorare la sua istruzione, visitando le librerie quasi ogni giorno e chiedendo consigli agli amici:

"Ero uno di quei bambini della scuola materna che pensavano che un giorno sarebbero andati alla Columbia. Posso sempre andarci. Non ho problemi a essere una cinquantenne al college".

Kaia Gerber - Getty Images

Iniziare la carriera così giovane l'ha anche portare a "mettersi" in situazioni sentimentali che non andavano affatto bene:

Sai, stavo facendo il mese della moda, ma ero così giovane che avevo baciato, tipo, solo una persona. Non avevo mai avuto un fidanzat del liceo o altro. E quindi tendevo ad uscire con persone anziane perché quelle erano le persone che avevo intorno. E sono stata messa in situazioni in cui poi un giorno mi sono svegliata e mi sono detta, come sono arrivata qui? Non ho idea di cosa sto facendo e ho bisogno di aiuto."

Poi è arrivato il nuovo fidanzato Jacob Elordi, che di anni ne ha 23 e con cui è sulla stessa lunghezza d'onda. E ora che Kaia è entrata nel cast della nuova stagione di American Horror Story è anche un ottimo tutor per avere consigli sulla recitazione:

"È una persona fantastica da cui andare perché ha frequentato una scuola di recitazione e ha anni di esperienza che io non ho. Quindi sono tipo: oh, ti userò sicuramente come risorsa"

ph. getty images