Elettra Lamborghini, la diva di Sanremo 2020: tutti i look del Festival

E il resto scompare

Quando abbiamo visto Elettra Lamborghini sfilare in un favoloso abito rosso sul red carpet inaugurale di Sanremo 2020, sapevamo che qualcosa stava bollendo in pentola. E avevamo ragione. Per il Festival, la nostra matadora ha deciso di mostrare la diva che è in lei, una svolta chic che adoriamo. 

getty images

Dopo la creazione di raso rosso di Romeo Gigli, che vibrava di un favoloso glamour rétro, Elettra ha scelto una tuta monospalla oro e cipria, luccicante, attillata ma senza nudi per il suo esordio al Festival di Sanremo. E tutte quelle balze perfette per interpretare le sonorità latine della sua "Musica (e il resto scompare)" e regalarci quel twerking sul palco dell'Ariston, che è già leggenda. Del resto, stiamo parlando dell'unica e sola Twerking Queen. 

getty images

getty images

L'abito sul quale Elettra ha puntato per il suo esordio a Sanremo è una confezione creata appositamente dal famoso atelier napoletano Marinella Spose. E ci chiediamo se Marinella Perrella, fondatrice e stilista del casa di moda, si occuperà anche dell'abito da sposa che la splendida 25enne indosserà per il suo matrimonio con il dj olandense Afrojack il prossimo settembre.

Il cambio look passa anche da un nuovo taglio capelli: un taglio medio freschissimo, che per la sua prima volta sul palco dell'Ariston ha pettinato con onde glamour e ciuffo di lato, per un fascino da diva d'altri tempi - twerking escluso, ma ehi, questo è comunque il 2020.

E per la terza serata, quella delle cover, Elettra ha scelto il bianco: un abito a sirena di PLEASEDONTBUY signed by TWINSET, sinuoso e fasciante, ultra femminile, che le lascia scoperte le spalle. Perfetto abbinato al completo maschile di Dsquared2, con giacca dai rever in satin e pantaloni palazzo, indossato da Myss Keta. Insieme hanno cantato “Non succederà più” e poi c'è stato quel bacio, che passerà alla storia proprio come il twerking della seconda serata.

getty images

getty images

Dopo i look sexy della prima e terza serata, Elettra scivola per la quarta in un abito più classico, color nude e tutto balze, leggero, impalpabile e quasi spagnoleggiante. Impossibile non dimenarsi sul divano, mentre la si guarda ballare a piedi nudi sul palco dell'Ariston. Adoriamo.

getty images

getty images

E siamo arrivati alla serata della finale, Elettra chiude il Festival come l'ha aperto. Torna la tuta tutta rouches, ma in versione blu e trasparente, sempre di Marinella Spose. Wow. E poi finalmente un twerk fatto bene, proprio come solo potrebbe fare la nostra Twerking Queen, complice il suo direttore d'orchestra, che lascia la sua postazione per salire sul palco al fianco della cantante. I due ballano ed è proprio alla fine di una giravolta che arriva un piccolo wardrobe malfunction per Elettra. Un copri-capezzolo esce dalla profonda scollatura, lei fa un faccia adorabilmente imbarazzata e si ricompone. A esibizione finita non manca la battuta tra Elettra e Amedeus. “Musica e il resto…” sta per concludere il conduttore, quando poi Elettra aggiunge “doveva scomparire”, e Amadeus conclude in bellezza “doveva scomparire e non è scomparso”. Risate in teatro. Davvero, come si fa a non amarla?

getty images

getty images

ph. getty images