Come e quando lavare i tuoi reggiseni: le risposte a tutte le tue reggi-domande

Lunga vita ai tuoi reggiseni preferiti

Lavi i tuoi reggiseni di pizzo insieme a magliette e calzini? Probabilmente ti trovi a dover reinvestire in set di biancheria più spesso di quanto ti sembri normale. Non fare quella faccia, ci siamo passati davvero tutti. Perché la tua lingerie non si sfaldi e gli elastici non si sciolgano come gelato al sole dovresti seguire delle piccole accortezze: la prima è investire nei sacchettini di rete per lavatrice, la seconda è usare sempre acqua fredda. Ma ci sono molti altri semplici e veloci trucchetti, continua a leggere per scoprirli tutti e regalare una lunga vita al tuo reggiseno preferito (soprattutto risparmierai un sacco di soldi). 

via GIPHY

Come lavare i reggiseni a mano nel lavandino

Lavare a mano i reggiseni in acqua fredda con qualche goccia di detersivo per delicati è il metodo migliore perché durino nel tempo. Il calore elevato è il peggior trattamento possibile per i reggiseni perché, come dicevamo, le alte temperature sfaldano il tessuto e sciolgono gli elastici. Certo, questo tipo di lavaggio richiede tempo extra, ma l'altro lato della medaglia è che avrai garantito per sempre l'effetto push up. 

Si possono lavare i reggiseni in lavatrice?

Sì, puoi, ma scegli sempre il ciclo delicato, posiziona la manopola del calore su "acqua fredda" e quella della centrifuga al minimo dei giri. Anche in questo caso usa il detersivo per i delicati. Ricordati di metterli in lavatrice con i gancetti chiusi, in questo modo non si agganceranno al tessuto smagliandolo e non si aggroviglieranno. Se vuoi lavare altra lingerie per non avviare un ciclo troppo scarico, separa i reggiseni dalla biancheria intima infilandoli nei sacchettini di rete per lavatrice. Così eviterai strappi e buchetti.

via GIPHY

Quando lavare i reggiseni

Uno degli errori più comuni è lavare i reggiseni troppo frequentemente, quindi ricorda che non devi lavarli ogni volta che li indossi. Invece, falli roteare e alternarli ogni giorno. Quando uno dei tuoi reggiseni diventa un po' puzzolente o sudato, è tempo di lavarlo. In altre parole, non ci sono regole stabilite, ma è giusto lavare la tua bralette dopo che l'hai messa per tre-cinque volte. Ruotare i reggiseni di giorno in giorno aiuta a preservare la loro elasticità.

Come lavare i reggiseni con bicarbonato di sodio

Ah, forse hai sentito parlare di questo antico trucco. Mescola un cucchiaio di bicarbonato di sodio con dell'acqua, creerai una "pasta" che puoi strofinare dove la stoffa è ingrigita o ingiallita. Si tratta di un ottimo trattamento di prelavaggio, soprattutto se stai cercando di togliere quelle fastidiose macchie di deodorante e di sudore. Funziona.

via GIPHY

Come asciugare i reggiseni 

Abbiamo detto che il calore è nemico dei reggiseni, quindi non usare assolutamente l'asciugatrice. Il caro vecchio stendino è perfetto, lasciali asciugare all'aria. Quando li riporrai nel cassetto, impila le coppe una sull'altra come fai con i piatti in cucina. Puoi invece piegare senza problama le bralette e i reggiseni senza coppa preformata.

Quando dire addio ai reggiseni?

In teoria, dovresti sostituirli ogni 3-4 mesi, soprattutto i reggiseni che indossi regolarmente. Ma anche in questo caso non ci sono regole precise, perché a volte si incappa in modelli che sembrano indistruttibili. Più in generale, se noti che le spalline hanno perso elasticità, questo significa che il reggiseno non ti dà il supporto adeguato di cui hai bisogno, quindi è ora di dirgli addio.

via GIPHY

ph. getty images