Il selfie di Matilda De Angelis con “il volto mangiato dall’acne” è così importante

"Le mie paure e insicurezze letteralmente a fior di pelle"

Ci sono cose che non si possono controllare, ma solo accettare. Matilda De Angelis, una delle giovani attrici più promettenti del cinema italiano, lo sa bene e lo deve affrontare ogni giorno. 

La splendida 25enne ha deciso di condividere su Instagram la sua piccola grande verità, dando un potente messaggio skin positive sull'accettazione di sé, molto importante per chi, come molti di noi, soffre di acne severa.

Un selfie senza trucco che rivela tutte le sue imperfezioni e fragilità, dove mostra con coraggio "il volto mangiato dall’acne".

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Matilda De Angelis (@matildadeangelis)

Matilda scrive a cuore aperto e senza filtri proprio come la foto che ha pubblicato:

"Ci sono cose che non si possono controllare e quest’anno ce l’ha insegnato bene. Ci sono cambiamenti che dobbiamo accettare nella nostra vita e, insieme ad essi, la percezione di noi stessi e del mondo che ci circonda. Accadono cose paradossali nella vita no? Bene, per me essere un’attrice e lavorare con il volto mangiato dall’acne è una di queste. Ogni giorno devo svegliarmi e presentarmi prima davanti allo specchio e poi davanti alla macchina da presa con tutto il carico emotivo che già comporta ed essere “splendida”, in parte e concentrata insieme a tutte le mie paure e insicurezze letteralmente a fior di pelle. Ci sono problemi ben più grandi nella vita, ne sono consapevole, ma volevo condividere questa piccola verità forse per sentirmi più forte, forse per accettarmi meglio. Le nostre paure ci possono paralizzare o possono diventare una grande forza, sta a noi scegliere la strada. E praticare tanta gratitudine per tutte le cose belle che ci accadono e magari, anche per quelle brutte".

In un mondo dove regnano ideali di bellezza irraggiungibili e non reali, il selfie di Matilda è molto importante e normalizza una condizione medica che colpisce tantissime persone, non solo i più giovani.

In questo periodo poi, l'uso costante della mascherina ha accentuato i problemi di acne e anche chi non ha mai avuto brufoli ora si trova ad affrontare la maskne.

Non possiamo che dire “grazie Matilda” per aver mostrato il suo lato più fragile, tirando fuori in tutti noi il coraggio necessario per trasformare paura e insicurezze in una montagna di forza.

ph. getty images