Arriva “Eilish”: tutto quello che devi sapere sul primo profumo di Billie Eilish

"Ho sempre voluto crearne uno"

L'ultimo progetto di Billie Eilish renderà gli amanti dei profumi Happier Than Ever.

La cantautrice ha annunciato su Instagram che è pronta a lanciare la sua prima fragranza, che si chiama semplicemente Eilish, definendolo "il mio profumo preferito al MONDO".

"I profumi sono una delle mie più grandi gioie della vita e ho sempre voluto crearne uno", ha raccontato a Vogue la 19enne dei record. "E non come Billie Eilish, non come artista, non come cantante; Volevo fare un profumo per avere un profumo".

La fragranza Eilish contiene cacao, spezie morbide e vaniglia - "Sono sempre stata innamorata della vaniglia, sin da piccola e mia madre mi insegnava a cucinare", ha spiegato alla rivista, oltre alle note di fondo di muschio, fava tonka e legni morbidi.

Il profumo della star dovrebbe essere lanciato a novembre, "volevo che fosse accogliente, quasi come la parola novembre", che lei chiama una "un parola marrone, quasi come la corteccia d'albero", ha aggiunto su Cosmopolitan.

La star ha anche rivelato a Vogue che lei e suo padre hanno entrambi la sinestesia, un fenomeno che fa intrecciare diversi sensi, tra cui l'olfatto e la vista.

"I miei odori preferiti sono questi odori color ambra, che il mio cervello vede così", ha detto. "Ho un naso davvero forte e, sin da quando ero un bambina, penso solo agli odori".

Il bouquet di profumi "ambrati" sarà racchiuso in una bottiglia scultura color ambra-bronzo, raffigurante il busto di una donna:

"Ho sempre avuto un'infatuazione per la schiena e le clavicole proprio come, ossa e corpi", ha spiegato della boccetta ispirata al corpo umano, aggiungendo che ha deciso di astrarre la figura metallica, per non raffigurare un "certo tipo di corpo.”

"Penso che il corpo umano sia così bello così com'è, e dovremmo smettere di cambiare tutti i nostri corpi e apprezzare ciò che sono naturalmente perché sono così belli", ha detto, prima di aggiungere sulla silhouette del profumo, "volevo che ti sentissi come se potessi vedere chiunque in esso, e tu potessi esserlo."

ph. getty images