Sanremo 2020: il significato di “Gigante”, la canzone di Piero Pelù

La sua prima volta come artista in gara

In concomitanza con i suoi 40 anni di carriera, Pierò Pelù parteciperà per la prima volta al Festival di Sanremo nelle vesti di concorrente. Il mitico rocker toscano porterà sul palco dell'Ariston il brano intitolato "Gigante", arrangiato e prodotto da lui stesso insieme a Luca Chiaravalli.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Piero Pelù (@pieropelufficiale) in data:

La canzone è una dedica a chi arriva al mondo per la prima volta - come i nipotini di Piero - e anche a chi lotta per rinascere e cominciare una nuova vita liberandosi dalle catene di un passato difficile, come i ragazzi e le ragazze dei carceri minorili di Nisida e di tutta Italia.

"Gigante" farà parte del nuovo album di inediti di Piero Pelù intitolato "Pugili fragili", in uscita il 21 febbraio.

Nella speciale serata pensata per celebrare i 70 anni del Festival di Sanremo, Piero eseguirà una cover di "Cuore matto", famosissimo brano presentato alla kermesse nel 1967 dalla coppia formata da Little Tony e Mario Zelinotti.

Potrebbero interessarti anche:

Sanremo 2020: i duetti della serata dedicata alle cover delle canzoni che hanno fatto la storia del festival

Sanremo 2020: i titoli delle canzoni dei Big in gara

ph: ufficio stampa, credito Riccardo Bagnoli