Rita Ora ha risposto a chi l’accusa di aver danneggiato la comunità LGBTQ+ con la sua “Girls”

Rita ha parlato

L'uscita di "Girls",  il nuovo singolo di Rita Ora realizzato insieme a Cardi BBebe Rexha e Charli XCXha scatenato un mare di polemiche.

Alcune colleghe di Rita - ovvero Hayley Kiyoko e Kehlani - l'hanno accusata di aver usato delle frasi nel testo offensive e dannose nei confronti della comunità LGBTQ+. 

via GIPHY

Pochi giorni dopo queste dichiarazioni, Rita ha deciso di dire la sua e di spiegare quali sono state le sue vere intenzioni.

Ecco la sua lunga lettera condivisa sui suoi social.

"Girls è stata scritta per raccontare la mia verità ed è un'accurata considerazione di una mia effettiva e onesta esperienza della mia vita. Ho avuto relazioni sentimentali sia con donne che con uomini nel corso della mia vita e questo è il mio percorso personale".

Rita poi continua scusandosi con la comunità LGBTQ+ e con chiunque si sia sentito offeso dal testo della canzone.

"Mi scuso se il modo con il quale mi sono espressa nella mia canzone ha ferito qualcuno. Non avrei mai voluto causare un danno alla comunità LGBTQ+ e a nessun altro".

Infine conclude con:

"Ho sempre lottato per dare il mio contributo alla comunità LGBTQ+ nel corso di tutta la mia carriera e continuerò a farlo per sempre".

ph: getty images