Mobrici sul nuovo singolo “La fine”: «Con questa canzone ho affrontato il tramonto dei Canova»

Scritta lo scorso autunno

Dopo "20100" e "TVB",  per Mobrici è tempo di un nuovo singolo. Si intitola "La fine" e ha un significato molto importante, come spiega lui stesso:

"'La fine' è un brano che ho scritto lo scorso autunno. Con questa canzone ho affrontato il tramonto della mia band, i Canova, un periodo tra i più difficili di sempre. Anche se non voglio, mi capita sempre di affrontare la vita con le canzoni e di cercare dentro queste una soluzione, una visione delle cose.

Ero con una chitarra addosso e ripensavo a qualche settimana prima, alle sensazioni, alle paure, e tutto sembrava portare alla mia di fine. La vita continuava a scorrere e, nel tempo, andando avanti per sua natura si era portata via tanto di quello che c’era. Proprio per questo, col senno di poi, posso dire che è un brano sulla speranza, sul non lasciarci a terra anche dopo una brutta caduta. Ringrazio questa canzone, che in un mattina di ottobre, mi ha fatto capire che, delle volte, possiamo anche lasciarci stare perché tanto, in fondo, non abbiamo scelta."

La notizia dello scioglimento dei Canova è arrivata a luglio 2020, tramite una lettera scritta dal gruppo ai fan che ti riportiamo di seguito:

Ciao amici,
sarà per tutti un brutto colpo ma abbiamo deciso di fermare qui i Canova.
È stata una bellissima storia d’amore.
Siamo cresciuti insieme passando anni meravigliosi, dai garage ai grandi palchi, dal nulla a tutto ed è stato perfetto così. Con tutto l’amore che ci avete dato in questi anni è doveroso farvi sapere che un motivo vero e proprio non c’è: ci vogliamo tanto bene, saremo fratelli per sempre, ma adesso c’è bisogno di un cambiamento nelle nostre vite.

(...)

Grazie per avere amato le canzoni, per essere entrati dentro le storie che hanno scandito la nostra vita.

Grazie per aver dato una chance a una band che, anche per merito vostro, è arrivata dove non avrebbe mai pensato di arrivare.

(...)

Adesso è il momento di lasciare il presente e lanciarsi nel futuro, sappiamo già che continuerete comunque ad amare la nostra musica.

Non siate tristi.
Con immenso amore,
i Canova

ph: ufficio stampa