Harry Styles, Billboard incorona “Sign of the Times”: “La storia del rock inglese in una sola canzone”

La recensione dell'autorevole sito

Non possiamo dire di non essere stati avvertiti: già qualche settimana prima che Harry Styles facesse il suo debutto da solista, si era parlato di David Bowie e dei Queen come sua fonte d'ispirazione.

 

Oggi Billboard certifica la svolta rock del cantante di "Sign of the Times" (che Harry canterà in tv il prossimo 15 aprile), citando non solo i due miti del genere ma aggiungendone di altri. Secondo l'autorevole sito, il singolo di Harry spazierebbe dall'ultimo periodo dei Beatles al primo George Michael con un pizzico di Robbie Williams e dei Coldplay (guarda anche i complimenti celebri ricevuti dal brano compresi quelli di Niall Horan e Liam Payne).

 

 

Billboard sottolinea poi l'ironia del titolo "Segno dei Tempi", specificando che la canzone non potrebbe essere più lontana dalla musica più ascoltata di oggi: un pezzo rock in un'era pop, che renderebbe Harry Styles quasi un "sovversivo". Presto ascolteremo anche il secondo singolo dell'artista: vedremo se seguirà la stessa strada di "Sign of the Times".

Insomma, un pezzo come non se ne sentivano da tempo e che deve parecchio alla terra natia di Hazza. Secondo Billboard, "Sign of the Times" potrebbe essere l'inno di chi vuole il ritorno di headliners più tradizionali al celebre Glastonbury Festival (e non cantanti pop come Katy Perry, che è stata appena annunciata in line-up).

Tutti i tatuaggi di Harry Styles!

mgid-arc-content-mtv-it-aefd5ffa-9d4b-497c-9493-954de1a12f8d

Ph: Getty Images