Ariana Grande: una cover eccezionale di “Natural Woman” al funerale di Aretha Franklin

Ma il suo look non ha convinto

Ariana Grande era tra gli artisti chiamati a celebrare Aretha Franklin, purtroppo scomparsa lo scorso 16 agosto all'età di 76 anni.

La cantante si è esibita durante il funerale che si è tenuto a Detroit e ha intonato in modo splendido la cover di "Natural Woman", brano a cui è particolarmente affezionata. Con un coro gospel a farle da spalla, la 25enne rappresentava la nuova generazione di artisti, il cui lavoro è stato influenzato dalla regina del soul.

Così giovane che il vescovo Charles H. Ellis III che officiava ha fatto una battuta scherzando sul fatto che la figlia sia una fan di Ariana Grande, mentre lui "pensava fosse un prodotto nuovo da Taco Bell". Con la leggiadria che la contraddistingue, l'artista ha accettato di buon grado la battuta ridendo insieme al resto del pubblico.

Il momento ha però fatto scattare una polemica sul fatto che il reverendo tenesse una mano dove non doveva sul corpo di Ariana. Il pubblico si è diviso tra chi afferma che sia solo un caso e chi invece lo condanna per averla messa in una posizione scomoda senza possibilità di reagire.

Il vescovo oggi ha chiesto scusa attraverso un'intervista con la Associated Press: "Non era mia intenzione toccare il petto di una donna. Ho solo messo il mio braccio intorno a lei. Forse ho superato il limite, forse sono stato troppo amichevole. Chiedo scusa".

Critiche anche sul look della cantante: c'è a chi non è piaciuto che abbia indossato un mini-dress corto a un funerale. Ha anche lasciato nell'armadio gli amati stivali alti, scoprendo le gambe.

Al di là delle polemiche, un portavoce della famiglia Franklin ha fatto sapere a Detroit Press che Aretha era molto affezionata ad Ariana Grande e che avevano molto apprezzato il tributo fatto dalla cantante la stessa sera della morte della regina del soul.

ph: getty images