Ariana Grande ha risposto per le rime a chi l’ha accusata di usare l’autotune durante i suoi concerti

"Let me shine, damn"

Ebbene sì: nonostante sia una delle cantanti più talentuose in circolazione, con una voce in grado di raggiungere "vette" altissime, Ariana Grande è stata accusata di usare l'autotune durate i suoi concerti.

Prima di tutto spieghiamo cos'è l'autotune: si tratta di un effetto sonoro nato per correggere l'intonazione dei cantante e aggiustare alcune sporcature della voce. Attualmente è molto in voga soprattutto tra i trapper e i rapper, come ad esempio Post Malone.

Tornando ad Ariana, un utente ha commentato uno dei video dello Sweetener World Tour presenti su Instagram con la frase:

"Suona come autotune e probabilmente non eseguito dal vivo. Voglio dire, sei una grandissima cantante, amo la tua voce e le tue canzoni, ma questo non suona come se fosse dal vivo". 

La replica di Ari non è tardata ad arrivare. La pop star ha dato la miglior risposta che si potesse immaginare:

"No, con tutto il dovuto rispetto, potrai fare questo nel salotto di casa tua, senza nessun sound mixing o altri aiuti. Potrei farlo a Broadway (e l'ho fatto). Posso farlo in doccia. Posso farlo in auto. È il mio dono. È il perché sono qui. Canto più di 30 canzoni a concerto. Ogni parola è roba mia. Fammi splendere, dannazione". 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Atta girl. 👏🏻 #CommentsByCelebs

Un post condiviso da Comments By Celebs (@commentsbycelebs) in data:

90 minuti di applausi per Ariana!

ph: getty images