Alfa spiega il significato della sua nuova canzone “Sul più bello”

In uscita il 16 luglio

Alfa ha annunciato l'uscita del nuovo singolo "Sul più bello", disponibile da giovedì 16 luglio. Il brano prende il nome dal film diretto da Alice Filippi in arrivo nelle sale in autunno.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

SuL Più BeLLo fuori il 16 LUGLIO, presalva ora il brano per ascoltare uno spoiler in anteprima (link in bio). Ho sempre desiderato: 1. Fare una canzone con l’ukulele 2. Realizzare la colonna sonora di un film Con questo nuovo singolo siamo riusciti a fare entrambe le cose, è davvero un bel periodo della mia vita e SuL Più BeLLo per me ne è la fotografia perfetta. Abbiamo fatto qualcosa di molto diverso dal solito, quando mi hanno chiesto di scrivere la canzone per un film non ci potevo credere. Il pezzo è nato durante il lockdown sul terrazzo di casa mia a Genova di fronte al tramonto, con un ukulele in mano e una melodia che non riesco ancora adesso a togliermi dalla testa. Spero possa piacervi, a me e @yanomi_ fa impazzire. Ci sentiamo giovedì 16 a mezzanotte sui digital, finita l’estate invece ci vediamo al cinema🌻❤️

Un post condiviso da ALFA (@alfaadf) in data:

La canzone è stata scritta in pieno lockdown da Alfa sul terrazzo di casa sua, a Genova, di fronte al tramonto. "Sul più bello" racconta di come le cose non vadano mai secondo i piani, e pur calcolando ogni minimo dettaglio, potrà sempre accadere qualche imprevisto. La vita sarebbe certamente più facile se si potesse prevedere il futuro, ma senz’altro più noiosa e meno sorprendente. 

"Ho sempre sognato di realizzare la colonna sonora di un film, così quando è arrivata la proposta ho accettato subito. Ho scritto il ritornello in 5 minuti sul terrazzo di casa mia a Genova con l’ukulele e così è nata 'Sul più bello' – racconta Alfa - Ho voluto fare una fotografia dei bei momenti che sto vivendo per poterli ricordare in futuro. Non sono tanto pratico di canzoni felici, stavolta ne ho scritta una in modo molto spontaneo partendo dal suono di uno strumento che mi ha sempre affascinato, l’ukulele. Con questo pezzo non cerco la normalità, ma spero che la cosa più bella e che meno mi aspetto bussi alle porte della mia vita. Io non cerco un lieto fine, voglio un finale a sorpresa!"

ph: ufficio stampa