VIDEO ANTEPRIMA ESCLUSIVA: Samuele Proto con “Fuliggine”

Just Discovered: questo ragazzo ha qualcosa di speciale, suona immediatamente classico, c'è qualcosa di John Mayer ma risulta autentico. Questo pezzo ne è una prova.

Lunedì 30 Maggio 2022. Ritorna la vetrina web Just Discovered di MTV New Generation e ti porta alla scoperta dell’Artista della Settimana.

Oggi parliamo di Samuele Proto

Genere musicale: Cantautore Pop

Video: "Fuliggine"

Regista: Margherita Cammelli

Samuele Proto qui dimostra talento e ispirazione sincera. Il pezzo è cantato in italiano ma è forte l'influenza del sound americano dei grandi, tra John Mayer e Jack Johnson, ma anche inglese tra Nutini e James Morrison. E' un piacere ascoltare questa sua "Fuliggine", racconto di un sentimento molto personale, di liberazione da ciò che lo rende infelice. 
Se nel singolo precedente "Fragili Rose" il cantautore contaminava suoni prettamente R&B  ad un gusto e un'apertura tipicamente pop, in "Fuliggine" le sonorità sono più elettriche e il sound molto più vicino a quello di una ballata rock con una forte componenente blues.
Nel brano viene utilizzata una scrittura molto descrittiva, lo stesso Samuele la contestualizza così "Il concetto generale viene raccontato attraverso l’immagine di una ragazza, un’attrice che si trova a dover recitare su un palco la poesia scritta per il suo amore, un amore però opprimente. Proprio nel momento della lettura appare tra il pubblico la persona a cui aveva dedicato quella poesia, la protagonista si trova cosi faccia faccia di fronte ai suoi turbamenti, al suo ostacolo. La dinamica e l’atmosfera della canzone salgono nel finale esercitando sull'attrice un effetto liberatorio. Una nuova energia, un nuovo inizio"

Nel video l'ispirazione è esplicita, Forrest Gump. Samuele inizia a correre per le strade del paese, tra ponti, cartelli, case conosciute, lui le attraversa senza fermarsi mai. Fin quando non si trova, nel finale della canzone, in mezzo alla natura dove finalmente libero dall'oppressione e dai pensieri può fermarsi per ricominciare a camminare.

La copertina, realizzata in collaborazione con l'artista romana Giulia Gaia Rossi, fa parte di un progetto artistico che si sviluppa su 11 tavole uniche, ognuna legata ad ogni brano del disco. Se in "Fragili Rose" le formiche hanno appena cominciato a muoversi, come per simboleggiare l'inizio di un nuovo percorso discografico, in "Fuliggine" hanno riprodotto il caos.

IG: Samuele_proto