Nervi alle feste vede la felicità da un’altra parte

Musica languida e dissonante, una festa malinconica ma seducente.

Lunedì 13 luglio 2020. Ritorna la vetrina web Just Discovered di MTV New Generation e ti porta alla scoperta dell’Artista della Settimana.

Oggi è "Nervi"

Genere musicale: Cantautorato pop - elettronico

Video: "Sapessi Che Cos'ho "

Regista: Niccolò Corti

Per descriverlo il video ci facciamo aiutare dalle parole del regista che troviamo particolarmente evocative:

Elia (Nervi ndr.) sentiva l’esigenza di un video minimale ma con un’immagine che creasse un forte contrasto. Un solo personaggio: un fantasma, il suo palloncino, la ricerca di una festa. Ma la festa forse è finita o non è mai iniziata o forse le feste a volte non iniziano né finiscono, siamo sempre noi a sentirci soli, a caricarci di aspettative e non dare valore alla normalità. Così abbiamo preferito i piccoli gesti, piccoli movimenti per il fantasma, era già evocativo e carico di significato a livello estetico, senza bisogno di altri effetti stupefacenti.” Niccolò Corti (regista)

Ed eccoci a "Sapessi che cos’ho" , una canzone che viene definita "senza storia, senza giudizio e senza morale": una festa svuotata dalla narrazione, in una "pista da ballo dominata dagli ossimori", e accompagnata da una canzone con delle dissonanze malinconiche. E' come se Nervi, Elia, con questa canzone si svestisse di fronte a uno specchio che altera il suono della sua voce e dei suoi pensieri, in un trip di lucida disillusione: la felicità non è nelle feste, nei party, ma è nelle piccole cose che devi saper valorizzare.
Chitarre acustiche incontrano synth languidi e distesi: è musica che si muove in mezzo a cristalli e bicchieri rotti e paillettes che non brillano più, il climax strumentale finale è come l’ultimo drink della sera, quello offuscato, quello che ti frega.

Facebook: https://www.facebook.com/nervielia/

Instagram:  https://www.instagram.com/nervielia/