MTV New Generation @ SXSW – Day 1 Post 1

di LUCA DE GENNARO | Welcome to the Music Business. You're fucked!
di Luca De Gennaro "Welcome to the Music Business. You're fucked!". La sintesi e' tutta in questo titolo della conferenza che apre stamattina la 25esima edizione della South By Southwest Music Conference di Austin, Texas. Sembra che ogni anno decine di migliaia di professionisti della musica vengano qui un po' per rendersi conto di quanto siamo tutti "fucked", ma anche, certo, per confortarsi a vicenda, contarsi, riconoscersi. E' sempre piu' un bagno di realismo e sempre meno "glitter and gold", il che sembra difficile da raccontare a chi vede il nostro mondo da fuori. Il mio vicino di sedia ieri, in aereo, era un musicista inglese, sui 40 anni, che ha suonato con Elastica, Pulp (anche in QUEL concerto a Glastonbury '95, fantastico, che vidi da sotto il palco), e con i Mescaleros di Joe Strummer. Oggi ha una band, The Hours, insieme ad altri veterani del rock turnista, con cui ha aperto vari concerti dell'ultimo tour degli U2, e il loro manager e' lo stesso dei Green Day. Bene, lo sapete che c'e'? Il tizio non c'ha 'na lira. Era tutto contento che il management gli ha finanziato il viaggio ad Austin per suonare al SXSW ma non si fa piu' illusioni di successo. Mi ha detto "Nessuno dei grandi musicisti della mia epoca ha fatto i soldi. Siamo qui a combattere con la quotidianita' per mantenere la famiglia e pagare le bollette, come tutti. Pero' sono contento perche' suono, e questa e' la mia vita". E' la vita di molti, il rock'n'roll. Ieri in aereo ho sentito uno stewart dire ad una hostess "Dove le mettiamo queste 16 chitarre?". Come sempre ad Austin si suona ad ogni angolo di strada, ieri notte di fronte al banchetto degli hot dog vegetariani ("Oh, Italy! You're back!" mi ha detto la signora che lo gestisce da anni) e stamattina nella hall dell'albergo. Roba che in Italia qualsiasi poliziotto ti farebbe sbaraccare subito  con tanto di multa, qualsiasi Comune dell'Italia unita (da 150 anni) non darebbe mai il permesso, per carità, e qualsiasi Giovanardi andrebbe in tv a stigmatizzare la gioventù incivile. Qui invece arivano da tutto il mondo, 5 giorni all'anno, proprio per questo, riempiono alberghi, ristoranti, e la città gode, compresa la signora degli Hot Dog che dice "This week's gonna be crazy!". Anyway, siamo qui di nuovo, come ogni anno. Pronti a 3 giorni di full immersion. Oggi, tra le conferenze piu' interessanti: "Hai fatto un social network, e adesso?" "Produrre videoclip Killer senza i budget alla MTV" "Otto cose che l'Hip Hop ha insegnato all'America". "I brands sono le nuove etichette discografiche". A piu' tardi per l'elenco dei concerti di stasera. Welcome to SXSW. You're fucked.