Una striscia di terra per comunicare tra i mari

E' questo lo scopo cercato da Stefano, in arte ISTMO

ISTMO è Stefano Tamburini, ragazzo notturno e riflessivo nato a Rimini nel '94. Di formazione chitarrista, inizia poi a suonare basso e tastiere e dà vita a questo progetto nel 2018. Il nome d'arte viene dal campo geografico: l'istmo è una striscia di terra che collega due grandi territori altrimenti divisi dall'acqua. Culture, lingue lo attraversano e si scambiano punti di vista. L'istmo inteso figurativamente può essere anche quel filo che accomuna le persone e le loro intimità, o può essere inteso come quei linguaggio universali, tipo l'arte e la musica, capaci di unire senza filtri o preconcetti. Senza questi modi di interagire tra di noi saremmo tutti delle isole, solitarie e inesplorate.
Con questa idea Stefano scrive e produce, ritagliando sprazzi di vita e di pensieri, cucendoli dentro canzoni in cui ogni parola e ogni suono cerca di accarezzare e allo stesso tempo sussurare all'orecchio dell'ascoltatore realtà scomode, stati d'animo difficili ma di cui non avere paura.

A novembre 2019 è uscito il primo singolo "Santa Margherita", seguito da "See You Further". Dopo un periodo di accurata lavorazione, il 28 maggio è uscito il primo EP "Fauna Umana" anticipato dai singoli "Definire=Limitare" e "Quella Volta". 

Ecco il Just Discovered con il video di "Fauna Umana", title track dell'album