Riva, un nome che racchiude molti significati

dai classici della musica italiana all'elettronica di Flume e Disclosure

I Riva vengono da Napoli e sono Simone Morabito, Stefano Bruno e Flavio Ciotola.
Riva in onore del calciatore Gigi Riva, che rifiutò i grandi club e i loro soldi perché innamorato di Cagliari e della sua gente.
Ma "Riva" è anche una parola bella, breve e affascinante. 

A gennaio 2018 i tre ragazzi napoletani partono per un viaggio a Berlino. Sull’aereo che li portava verso la capitale tedesca non sapevano ancora che sarebbero tornati in Italia come band, con un brano da completare e un percorso artistico da intraprendere. Quella canzone ancora in nuce a Berlino sarebbe diventata "Ossa" , il primo singolo dei Riva. Quel cammino musicale oggi raggiunge la sua prima tappa fondamentale con l’uscita di "Buona Fortuna Così" : un EP che fotografa in sei scatti il consolidamento artistico di una realtà musicale promettente.  I Riva sono una band coraggiosa e multiforme, capace di unire il linguaggio del pop italiano con quello internazionale. Dalla tradizionale forma canzone a soluzioni elettroniche ispirate da Flume, Disclosure e The Weeknd.