Il disarmante universo sonoro dei Malihini

L'intimo dialogo emotivo di Gianpaolo Speziale, compositore di colonne sonore, e di Thony, già conosciuta dal pubblico come attrice protagonista del film 'Tutti i Santi Giorni' di Paolo Virzi'

I Malihini sono Giampaolo Speziale Federica Caiozzo, il primo romano con esperienze alle spalle di attore e compositore di colonne sonore, la seconda palermitana di madre polacca e tra le più acclamate attrici della sua generazione (con l'alias Thony vanta già una Nomination al David di Donatello come miglior attrice protagonista in 'Tutti I Santi Giorni' di Paolo Virzì oltre a due album e una colonna sonora). 

Prodotto da Richard Formby (Wild BeastsGhostpoetDarkstar), il primo disco di questo duo dal nome esotico (in hawaiano Mailhini significa 'nuovi arrivati') mostra un universo sonoro disarmante, un luccicante e moderno pop lo-fi di matrice europea, anticipato dal video della title-track 'Hopefully, Again', primo singolo tratto dall'album.

Le dieci tracce del disco rispecchiano l'intimo dialogo emotivo di una coppia, espresso in musica con arrangiamenti minimali e irriverenti leitmotiv corali che trasformano la loro visione personale in qualcosa di universale.

Il singolo 'Delusional Boy', sempre tratto dal disco d'esordio, comunica un ottimismo fantasy che cattura una "sensazione di fuga dalla mente", spiega Federica, con una drum machine all'inseguimento di una chitarra dal vigore Afro e una melodia vocale tipicamente euforica.

Quello dei Malihini è un habitat sonoro che tira le somme, incarnando allo stesso tempo la fragilità dei "nuovi arrivati" ma con grande stile, sicurezza e quella sfrontata sinergia di artisti e innamorati.

 

https://www.facebook.com/wearemalihini/

https://www.instagram.com/wearemalihini/