Fusaro è un giovane ragazzo che sa scrivere canzoni

Di nome si chiama Fabrizio e viene dal Piemonte, dai cieli di Torino, dalle colline che si affacciano sulle montagne

Fusaro è Fabrizio Fusaro, cantautore piemontese nato nel 1997.  Nel 2017 trova nella canzone la sua forma d'espressione prediletta e comincia a esibirsi chitarra e voce in alcune serate open mic per combattere l’insicurezza e affacciarsi alla dimensione della musica live. Selezionato per il progetto ReHub di Reset Festival Torino 2017, inizia il suo percorso di crescita che lo porterà a esibirsi nel torinese e a suonare in apertura per artisti come Ministri, Eugenio in Via di Gioia, Bianco, Daniele Celona, Gnut e altri. Negli anni a seguire verrà chiamato a esibirsi sui palchi del Meeting del Mare, Scampia Music Fest, Fans Out Festival, Notte Rossa Barbera (Sotto il Cielo di Fred), Maledetta Primavera Festival, Seeyousound Festival, Mei – Meeting Indipendenti e per le rassegne Glocal Sound e La Città della Canzone. Il 17 maggio 2019 si esibisce alla Latteria Molloy (BS) per la finale della decima edizione del concorso Musica Da Bere. Nel 2019 si concretizza la collaborazione con Ale Bavo, musicista e produttore torinese, già al lavoro con Subsonica, Levante, Bianco, Mina e tanti altri. Il 15 marzo 2019 pubblica il suo primo singolo "Solo un giocattolo", brano dedicato al fratello e all'infanzia passata insieme. Il 21 giugno dello stesso anno esce il suo secondo singolo "Vile (a riva)", brano ispirato alla lirica di Guido Gozzano Invernale. Il 20 novembre esce il terzo singolo Dormi Serena. Il suo disco di debutto Di quel che c'è non manca niente, anticipato dal singolo "Serie A" e suonato dalla band torinese Duopotrio, è atteso per febbraio 2021 ed uscirà per Libellula/Vertigo.