alt text

Ariana Grande: la cantante distrutta torna negli Stati Uniti dopo l’attentato a Manchester

Ad aspettarla, il fidanzato Mac Miller

Siamo abituati a vederla sempre sorridente, con le fossette che le solleticano le guance. Ma oggi il viso di Ariana Grande è una maschera di tristezza per il terribile attentato avvenuto alla fine di un suo concerto che ha ucciso 22 persone.

 

 

La cantante è volata nella sua città natale, Boca Raton in Florida, per passare del tempo con la sua famiglia e cercare di ritrovare quella serenità che è stata spazzata via dal kamikaze che si è fatto esplodere dopo lo show di Manchester del Dangerous Woman Tour. Ad attenderla all'aeroporto c'era anche il fidanzato Mac Miller.


"È così triste. Ariana ama i suoi fan ed è devastata come potete immaginare - ha detto una fonte a People - non può credere che sia successo. Per ora, vuole solo stare con la sua famiglia". Intanto sono moltissimi i messaggi di solidarietà arrivati dalle altre star, come quelli di Taylor Swift, Kendall Jenner e Selena Gomez mentre Harry Styles e Miley Cyrus hanno cantato un tributo alle vittime.

Nessuna comunicazione ufficiale è ancora arrivata riguardo alle prossime tappe del Dangerous Woman Tour che in Italia è in programma a Roma e Torino il 15 e 17 giugno: la prossima data in calendario è Londra giovedì 25 maggio, ma visto che Ariana Grande è tornata negli Stati Uniti, è decisamente improbabile che riesca ad essere in Inghilterra già domani e soprattutto non è nello stato emotivo per tenere un concerto. Dal suo team sarebbe arrivata la notizia della sospensione del tour almeno fino al 5 giugno.

ph: getty images