Rufa Contest 2018: Filippo Gualazzi vincitore del premio speciale targato MTV

Complimenti!

Gli studenti della Rufa - Rome University of Fine Arts si sono sfidati a colpi di opere d'arte sul tema della diversità, "Sound or Space or Time in white and black", al centro del Rufa Contest 2018.

In palio c'erano 2.500 euro e un biglietto di andata e ritorno per New York, per visitare lo studio dell'intensa, contemporanea ed energica artista Shirin Neshat.

La Neshat era anche presidente di giuria del Rufa Contest 2018 e durante una magica serata al Teatro Olimpico di Roma, andata subito sold out, ha selezionato il vincitore.

Anzi la vincitrice: si chiama Francesca Cornacchini e la sua opera The Code #01 ha esaltato al meglio il tema del bianco e il nero come spazio dilatabile che include la realtà contemporanea dalle migliaia di sfumature.

Sarà lei a volare a New York nel tempio di Shirin Neshat: complimenti!

Durante la serata è stato assegnato anche un premio speciale: il nostro targato MTV. E a trionfare è stata l'opera LiberAzioni di Filippo Gualazzi, premiata da Luca De Gennaro, Vice President of Talent & Music - MTV South Europe, Middle East, Africa ed Head of VH1 Italy.

L'installazione interattiva ha come tema centrale il modo in cui l'umanità viene privata della sua essenza in quest'epoca, dove le diversità non sono più motivo di ricchezza, ma divari sempre più marcati.

Il web è così diventato estensione dei nostri sensi e la parola, come espressione di pregiudizio che le differenze sociali.

In LiberAzioni, Filippo ha reso questa tematica estrapolando diverse parole discriminanti che prendono vita con la presenza di chi sta sta fruendo dell'opera in quel momento. Lo spettatore è parte attiva dell'installazione, diventando artefice lui stesso di un cambiamento. 

Nel video qui sotto puoi vedere come funziona:

Complimenti Filippo!

ph: Rufa - Rome University of Fine Arts