Pride Month 2019, il principe Harry e Meghan Markle celebrano la comunità LGBTQ+: “Siamo con voi”

Nel tributo compare Lady Diana

Il principe Harry e Meghan Markle hanno celebrato la comunità LGBTQ+ in occasione dell'inizio del Pride Month 2019.

Attraverso il loro nuovo account Instagram, come ogni mese il Duca e la Duchessa del Sussex hanno dato spazio alle organizzazioni e alle personalità che hanno deciso di seguire sul social e che in questo caso sono tutti a sostegno dei diritti della comunità arcobaleno, tra cui The Trevor Project, Stonewall UK e SAGE.

"Account che riflettono il passato e che sono speranzosi per un futuro inclusivo - hanno scritto i neo genitori di Archie nella didascalia - Siamo con voi e vi supportiamo. Perché è molto semplice: l'amore è amore".

Una delle foto è particolarmente significativa: ritrae la madre del principe Harry, la principessa Diana, mentre incontrava un paziente affetto da AIDS.

Un'immagine che ricorda come Lady D sia stata una precorritrice nel sostenere i diritti della comunità LGBTQ+ durante il picco dell'epidemia HIV/AIDS a fine anni '80, aiutando a togliere lo stigma sulla malattia.

Nel 1989, la principessa Diana aveva aiutato ad aprire la prima unità londinese specializzata in HIV, all'ospedale Middlesex. Ai tempi se ne era parlato molto perché non solo aveva visitato la struttura, ma si era fermata a parlare a lungo con pazienti e personale, cosa che all'epoca non era consueta.

Embed from Getty Images

"Quando strinse la mano di un 32enne con l'HIV, di fronte alle telecamere, sapeva esattamente cosa stava facendo - aveva ricordato il principe Harry nel discorso di accettazione dell'Attitude Legacy Award ritirato al posto della madre nel 2017 - Stava usando la sua posizione di principessa del Galles - la donna più famosa nel mondo - per sfidare chiunque a imparare sull'argomento, essere compassionevoli e aiutare coloro che ne hanno bisogno invece di respingerli".

Pride Month 2019: come lo stanno celebrando le star:

ph: getty images