Greta Thunberg smaschera i leader mondiali in un nuovo potente discorso alla Cop25

E ha una reazione perfetta davanti al presidente brasiliano che l'ha definita "monella"

Mentre il Time ha annunciato di aver scelto Greta Thunberg come Persona dell'Anno 2019, la 16enne si trova a Madrid dove è in corso la Cop 25, ovvero la conferenza Onu che riunisce 196 Paesi con l'obbiettivo di "agire subito" per fermare il cambiamento climatico.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Today 09:00-10:00 I will address #COP25 at the High-Level Event on Climate Emergency in Plenary Baker.

Un post condiviso da Greta Thunberg (@gretathunberg) in data:

Come già ci ha abituati in passato, senza timore e con tanta grinta Greta si è rivolta ai leader mondiali per accusarli di millantare di stare facendo qualcosa, mentre in realtà si tratterebbe solo di pubblicità: "Il vero pericolo è quando politici e amministratori delegati fanno sembrare che si stia verificando un'azione reale mentre, in realtà, quasi nulla viene fatto a parte intelligenti spiegazioni e pubbliche relazioni creative".

"Non hanno capito che siamo di fronte a una emergenza. Non sono io a dirlo, è la migliore scienza disponibile a confermarlo".

Greta Thunberg ha ribadito che il tempo si assottiglia sempre di più: "Tra tre settimane, entreremo in un nuovo decennio, un decennio che definirà il nostro futuro". 

Ha anche voluto mandare un messaggio di ottimismo: "C'è speranza. Io l'ho vista. Ma non arriva dai governi o dalle aziende. Arriva dalla gente".

"La gente che non era consapevole ma ora ha iniziato a svegliarsi. E quando diventiamo consapevoli, cambiamo. Le persone possono cambiare. Le persone sono pronte a cambiare. E c'è speranza perché c'è la democrazia".

Ieri, sempre durante la Cop25, il presidente del Brasile Jair Bolsonaro aveva alzato i toni parlando di Greta: "Ha detto che gli indigeni muoiono perché difendono la Foresta Amazzonica. È impressionante come la stampa dia spazio a una monella del genere" aveva dichiarato durante la conferenza, usando la parola brasiliana pirralha (appunto, monella).

Greta Thunberg ha risposto nel migliore dei modi in cui si può rispondere a un hater: ha usato l'arma dell'ironia davanti a qualcuno che invece di parlare di temi concreti ha cercato di buttarle fango addosso distogliendo l'attenzione dal vero problema (e cioè il diboscamento dell'Amazzonia).

Per un giorno, la 16enne ha ironicamente cambiato la sua bio di Twitter autodefinendosi pirralha.

Come dicevamo all'inizio di questo articolo, proprio oggi Greta Thunberg è stata riconosciuta dal Time come Persona dell'Anno 2019: vai qui per saperne di più.

ph: getty images