Gli studenti filippini devono piantare almeno dieci alberi per essere promossi

Lo dice una legge appena approvata a Manila

Non basta aver studiato per essere promossi, da adesso nelle Filippine bisogna anche aver piantato almeno dieci alberi.

La Camera dei rappresentanti di Manila ha infatti approvato una legge che impone agli studenti di piantare nel corso della loro educazione scolastica dieci o più nuovi alberi. Se non manterranno questo impegno, non potranno passare allo stadio successivo, ovvero se sono alle elementari non potranno accedere alle superiori e così via.

Così il Paese si è assicurato che vengano piantati 175 milioni di nuovi alberi ogni anno, semplice questione matematica: "Con quasi 12 milioni di studenti che finiscono le elementari, 5 milioni che si diplomano e 500mila che si laureano ogni anno, 175 milioni di nuovi alberi saranno piantati ogni anno" ha spiegato il parlamentare Gary Alejano, tra i promotori dell'iniziativa.

"Anche con un tasso di sopravvivenza calcolato al solo 10%, vorrà dire che ci saranno 525 milioni di nuovi alberi entro una generazione".

Gli studenti devono anche stare attenti a installare piante appropriate per i diversi tipi di terreno e clima, prediligendo quelle indigene. Il dipartimento di Educazione e quello dell'Ambiente sono incaricati di distribuire semi, di diffondere informazioni e di controllare le operazioni.

La legge è stata pensata per promuovere la "responsabilità intergenerazionale" in tema di ambiente: "Riconosciamo il diritto dei giovani di avere un ambiente sano - ha spiegato Gary Alejano - e non c'è ragione per cui non possano contribuire al fatto che diventi realtà".

Ci sembra un modo facile e geniale per aiutare il pianeta a tornare a respirare!

Self Made Generation, fai parte di una generazione pronta a mettersi in gioco per prendere in mano il futuro:

self-made-generation-generazione-pronta-a-mettersi-in-gioco-per-prendere-il-mano-il-futuro