Emoji, ecco chi è il primo traduttore al mondo

Il lavoro più bello del mondo

Sembra strano, ma esiste una persona che di lavoro fa il traduttore di emoji. C'è poco da stupirsi visto che non è così semplice e scontato conoscere il loro vero significato (clicca qui per saperne di più).

La persona in questione si chiama Keith Broni, è un ragazzo irlandese di 29 anni laureato in “business psychology” alla University College London.

È stato scelto per fare il traduttore di emoji dalla Today Translations, un'agenzia che si occupa appunto di traduzioni, da una rosa di ben 500 candidati che avevano fatto domanda per fare questo lavoro. 

Non pensare sia un mestiere facile! Bisogna saperne molto di tecnologia, marketing, comunicazione, grafica e psicologia

In un intervista al magazine online Refinery29, Keith ha confidato che la cosa più difficile del suo lavoro è far sì che ogni emoji corrisponda un linguaggio universale. Come dargli torto se si pensa a tutte le differenze culturali e di comportamento che ci sono al mondo!  

Se ti piacerebbe fare il lavoro di Keith tieni gli occhi aperti, presto potrebbero cercare nuovi "emoji traduttori"!

Potrebbero interessarti anche:

Ariana Grande: 15 emoji che potrebbero essere lei

Emoji Quiz: vediamo se indovini questi…