I Brit Awards eliminano le categorie di genere, anche grazie all’appello di Sam Smith

Dall'edizione 2022 debuttano i neutri Artist of the Year e International Artist of the Year

L'inclusione passa anche dalla cultura musicale e i Brit Awards sono l'ultima cerimonia di premiazione a fare un passo avanti in questo senso, dicendo addio alle categorie di genere!

Dall'edizione 2022, i trofei di Best Solo e Best International Act che prima venivano consegnati separatamente a maschi e femmine sono rimpiazzati con i neutri: Artist of the Year e International Artist of the Year.

È merito anche di Sam Smith se la British Phonographic Industry che gestisce i Brits ha preso questa decisione. Lo scorso anno infatti Sam era stato escluso dalle categorie soliste divise per genere e aveva dichiarato: "Non vedo l'ora che arrivi un tempo dove le cerimonie di premiazione possano riflettere la società in cui viviamo. Celebriamo tutti, indipendentemente da genere, razza, età, sessualità e classe sociale". 

Un portavoce dei Brit Awards aveva risposto: "Siamo d'accordo con quello che ha detto oggi, i Brits si impegnano a evolvere lo show e le categorie di genere saranno riviste".

Così è stato e la novità è stata annunciata attraverso l'account Twitter ufficiale: "I Brits si sono impegnati a rendere lo show più inclusivo. Celebriamo gli artisti solo per la loro musica e il loro lavoro, anziché su come scelgono di identificarsi e come gli altri li vedono".

Nella prossima edizione debuttano anche quattro nuove categorie: Alternative/Rock act, Pop/R&B act, Hip Hop/Grime/Rap act e Dance act.

I Brit Awards si tengono l'8 febbraio 2022 alla O2 Arena di Londra condotti dal comico Mo Gilligan.