The Weeknd ha scherzato sul cambiare nome d’arte, dopo aver notato come lo chiamano i fan

"Magari potrei fare una mossa alla YE"...

Se sei fai parte della XO Crew (ovvero la fan base) di The Weeknd, sicuramente sai che all'anagrafe si chiama Abel Tesfaye e forse anche tu ti rivolgi a lui proprio con il suo vero nome.

Lo stesso cantante ha notato in un Q&A su Instagram che molti dei suoi fan usano Abel per parlare di lui, come modo più intimo per sentirlo vicino, e alcuni se lo sono persino fatto tatuare sulla pelle. 

The Weeknd ha perciò iniziato a scherzare sullo stare prendendo in considerazione di tornare al suo vero nome: "Voi ragazzi siete esilaranti. Sento che dovrei cambiare il mio nome d'arte in Abel a questo punto, lol" ha scritto sul social

billboard-music-awards-2021-vincitori-the-weeknd-il-piu-premiato

The Weeknd, 32 anni - getty images

In un altro tweet, ha tirato in mezzo il collega Kanye - Ye - West: "Magari potrei fare una mossa alla YE e cambiare legalmente il mio nome in ABEL. Senza cognome".

"Come Madonna o Cher o Prince. Ma non so, sembra un po' troppo" ha aggiunto. 

Se te lo fossi perso, lo scorso ottobre un giudice di Los Angeles ha approvato la richiesta di Kanye West di cambiare legalmente il suo nome da Kanye Omari West a Ye

A questo punto, The Weeknd ha continuato a stuzzicare su Twitter, ipotizzando cosa scriverebbero i giornali se cambiasse nome: "ABEL una volta conosciuto come The Weeknd?".

Mentre pensi se secondo te questo scherzo ha un certo senso e ti piacerebbe che The Weeknd usasse il suo vero nome o se preferisci che resti con lo pseudonimo con cui è diventato famoso, ti ricordiamo perché usa questo nome d'arte.

L'artista canadese 32enne aveva raccontato che è nato dal fatto che a 17 anni ha lasciato casa e si è trasferito nel furgone di un amico durante un fine settimana. Per questo aveva intenzione di chiamare il suo primo mixtape The Weekend, al posto House of Balloons.

Ma alla fine ha scelto di usare The Weeknd come pseudonimo, senza una e perché esisteva già una band chiamata The Weekend in Canada: "Odiavo il mio vero nome all'epoca e ho pensato di provarne uno d'arte. Suonava cool" aveva spiegato.  

ph: getty images