Taylor Swift ha spiegato com’è sopravvissuta all’attacco social di Kim Kardashian

Uno degli episodi della lunga faida tra le due

Taylor Swift è protagonista della copertina dell'ultimo numero di Vogue America e sulle pagine del giornale è tornata a parlare della faida contro Kim Kardashian.

L'apice della lite era stato raggiunto nel luglio del 2016, quando la star dei reality Usa l'aveva definita "un serpente" su Twitter dando il via a degli hashtag contro la cantante, come #TaylorSwiftIsASnake e #TaylorSwiftIsCanceled, che erano rimasti in trend sul social per parecchio tempo come una sorta di campagna per "cancellare" Tay Tay.

L'artista adesso ha voluto spiegare le ripercussioni di quella vicenda: "Uno svergognamento pubblico di massa, con milioni di persone che ti dicono che sei cancellata, è un'esperienza davvero isolante - ha detto a Vogue - Non penso che ci siano molte persone che possono capire cosa voglia dire avere milioni di persone che ti odiano, e lo fanno ad alta voce".

"Quando dici che qualcuno è cancellato, non è uno show tv. È un essere umano. Stai mandando una quantità di messaggi a questa persona che dicono di stare zitta, di sparire o, come potrebbe anche essere percepito, di togliersi la vita".

Taylor Swift ha deciso di reagire nel miglior modo che conosce, mettere il tutto in un disco: "Ho realizzato di aver bisogno di ristrutturare la mia vita perché sentivo che era completamente fuori controllo. Ho capito immediatamente che avrei dovuto scriverci della musica su quello perché è l'unico modo in cui potevo sopravvivere".

"L'unico modo in cui potevo preservare la mia salute mentale e allo stesso tempo raccontare la storia di com'è attraversare qualcosa di così umiliante".

E così, come sai, era nato "Reputation".

Ecco un recap della faida tra Taylor Swift e Kim Kardashian, che ha radici lontane: ti ricordi la famosa scena agli MTV VMA 2009, quando Kanye West interruppe il discorso di ringraziamento della cantante? Il tutto iniziò così.

E poi ci fu "Famous": nel brano il rapper cantava parole non proprio gentili nei confronti di Tay Tay (nonostante sostenesse di averla avvertita prima, mentre la cantante smentiva). Dopo quella vicenda, la regina dei reality americani aveva dedicato il "giorno nazionale del serpente" a Taylor.

Ma con l'uscita di "Reputation", Taylor Swift si era riappropriata del serpente e della sua iconografia e Kim Kardashian era stata costretta a bloccare quell'emoticon sul suo account Instagram. Durante uno dei concerti del "Reputation Tour", l'artista aveva parlato di bullismo riferendosi velatamente al comportamento di Kim Kardashian.

Lo scorso gennaio, la moglie del rapper aveva dichiarato di "essere andata oltre" la faida e si era anche fatta vedere in una Stories mentre ascoltava un brano di Tay Tay.

Intanto ti ricordiamo che Taylor Swift è la prima, mitica performer annunciata agli MTV VMA 2019! Non solo, è anche una delle artiste più nominate a pari merito con Ariana Grande.

Vota a più non posso i tuoi artisti preferiti candidati agli MTV Video Music Awards 2019: ti basta collegarti a mtv.com/vma per esprimere le tue preferenze e far vincere i tuoi cantanti del cuore.

Guarda tutte le nomination agli MTV VMA 2019:

ph: getty images