Shawn Mendes si è aperto sull’essere stato vittima di bullismo a causa della sua passione per la musica

Un potente messaggio sul credere in se stessi

Non ci sono dubbi che Shawn Mendes sia uno degli artisti più talentuosi del momento e scommettiamo che non ti riesci più a levare dalla testa "Señorita", la collaborazione con Camila Cabello.

E mentre sta girando il mondo con l'ultimo tour da tutto esaurito, il cantante ha voluto far sapere ai suoi fan che le cose non sono sempre andate così, ma che il credere in se stessi è la chiave per realizzare i propri sogni.

 
 
 
 
 
View this post on Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I’m thinking about being in 9th grade right now. The day after I posted one of my first covers onto YouTube back in 2014.. at school walking down the hall straight into a group of older guys yelling out “sing for me Shawn sing for me!” In a way that made me feel absolutely horrible... made me feel like a joke, like what I was doing was just stupid & wrong. I was lucky though, I had the best friends & the best parents anyone could ask for... no matter what they would never let me stop doing what I LOVED to do just because someone ELSE thought it was stupid. It’s not joke to me. To make someone feel bad about doing what they love... every single person deserves to do what makes them feel alive. I’m writing this not only to the 15 year old kid who’s scared to follow their heart because of what people might say but also to the 50 year old who may be doing the exact same thing. I know it’s not just that easy & I’m not asking you to change your world over night, BUT I want you to know that no matter how old you are, no matter who you are, no matter where you’re from... you deserve to follow your heart Im here & i’m rooting for you

A post shared by Shawn Mendes (@shawnmendes) on

In un lungo post su Instagram, ha ricordato come i bulli a scuola tentassero di scoraggiare le sue ambizioni musicali: "Sto pensando a quando ero in prima superiore" ha scritto nella didascalia di una foto in cui canta in un palazzetto strapieno.

"Il giorno dopo che avevo postato la mia prima cover su YouTube nel 2014, camminando per il corridoio a scuola sono finito tra un gruppo di ragazzi più grandi che urlavano 'canta per me Shawn, canta per me' in un modo che mi ha fatto sentire orribilmente... mi ha fatto sentire come se fossi uno scherzo e come se quello che facevo fosse stupido e sbagliato".

Shawn Mendes ha spiegato di essere stato fortunato per avere avuto al suo fianco amici e genitori che lo hanno sostenuto: "Non mi avrebbero mai fatto smettere di fare qualcosa che amo perché qualcun altro pensava fosse stupido".

"Non è uno scherzo per me. Far stare male qualcuno a proposito di ciò che ama... ogni persona merita di fare ciò che lo tiene vivo". 

"So che non è facile ma voglio che sappiate che non importa chi siete, quanti anni avete, da dove venite. Meritate di seguire il vostro cuore".

Ah, Shawn: se non esistesse bisognerebbe inventarlo!

Tra i tanti commenti che hanno applaudito le sue parole, c'è quello di Camila Cabello: "Questo post è bellissimo" ha scritto.

E l'amico Niall Horan ha lasciato intendere di aver avuto la stessa esperienza: "Non potrei capire o essere più d'accordo con qualcosa. Abbiamo riso per ultimi".

ph: getty images