Selena Gomez è diventata investigatrice per un giorno, aiutando a risolvere un vero caso

Con la mamma, ha partecipato alla CrimeCon di Chicago

Sapevi che Selena Gomez ha un debole per i gialli?

Non solo libri o film: la cantante è andata al CrimeCon di Chicago dove si è calata nei panni di un'investigatrice, per cercare di risolvere un vero caso di cronaca nera.

La stessa 27enne ha rivelato di aver fatto un salto alla conferenza, condividendo alcune foto del viaggio intrapreso con la madre Mandy Teefey.

"Mamma ed io che facciamo le turiste - ha scritto nella didascalia - E abbiamo scattato fantastiche foto. Oh e siamo andate alla CrimeCon!".

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Momma and I being tourists. We take great pictures. OH and we went to CrimeCon! Love you Chicago and the bean.

Un post condiviso da Selena Gomez (@selenagomez) in data:

L'account Instagram della conferenza ha pubblicato un'immagine di Sel al lavoro: "Siamo onorati di ospitare Selena Gomez e sua mamma Mandy Teefey questo weekend - si legge nella didascalia - Sono state delle perfette detective che, insieme a centinaia di altri, hanno aiutato a portare pace alla Sova Family".

Il caso che Selena Gomez ha tentato di risolvere è quello di Kurt Sova, un ragazzo che scomparve la notte del 23 ottobre 1981 a Cleveland. Il suo corpo venne ritrovato cinque giorni dopo e tutt'ora non si sa cosa sia successo esattamente e come abbia perso la vita.

Il fratello di Kurt, Kevin, era presente alla conferenza e ha profusamente ringraziato i partecipanti per aver dato una mano nelle indagini: "Completi sconosciuti che sentono nel loro cuore di dover fare qualcosa. Come non incoraggiarli?".

Ha spiegato che la madre, scomparsa nel 2014, non aveva mai perso le speranze di sapere cosa successe quella tragica notte e aveva raccolto negli anni scatole piene di documenti e ritagli di giornale sul caso, materiali che lui ha portato alla CrimeCon per sostenere il lavoro dei partecipanti.

ph: getty images