Selena Gomez difende “13 Reasons Why” dalle critiche

Avrebbe reso glamour un argomento troppo delicato

Da una parte chi vorrebbe una seconda stagione, dall'altra chi vorrebbe censurarla: "13 Reasons Why" è la serie più discussa del momento e Selena Gomez vuole difendere il suo progetto.

 

 

Innamorata del romanzo di Jay Asher, la cantante ha deciso di produrre la trasposizione di "13 Reasons Why" (ma ecco perché non ha interpretato lei la protagonista) e ha risposto a chi accusa la serie di aver reso glamour un argomento come il suicidio. Alcune scene forti hanno anche spinto molte scuole negli Stati Uniti e in Canada ad avvertire i genitori, per lasciare loro l'ultima parola su se far vedere o meno ai ragazzi la storia di Hannah Baker (interpretata da Katherine Langford).

 

 

Si è unita al coro anche Paris Jackson (che purtroppo ha più volte tentato il suicidio), scrivendo su Instagram che "13 Reasons Why è un detonatore, guardatelo con cautela e ricordatevi che vi potrebbe mettere in situazioni buie".

 

 

"Siamo rimasti molto fedeli al libro - ha spiegato Selena Gomez - ed è quello che Jay Asher ha creato ad essere così tragico, complicato ma anche pieno di suspense. Le critiche poi arrivano sempre. Non è un tema facile di cui parlare, ma sono fortunata per come la serie sta andando".

Guarda le foto più belle di Selena Gomez su Instagram!

mgid-arc-content-mtv

Ph: Getty Images