Ryan Reynolds non vuole che gli si intitoli una strada, per questo simpatico motivo

"I miei fratelli si divertirebbero troppo"

Non ci sarà una strada chiamata Ryan Reynolds sulla mappa perché l'attore ha declinato l'idea, ma come sempre nel suo modo super ironico.

via GIPHY

Il 44enne ha notato una petizione lanciata dalla radio canadese 104.9 KiSS, che lo ha definito "il figlio prediletto di Vancouver" - la città in cui è nato - e ha sostenuto che: "merita una via a suo nome per tutto quello che ha fatto per la comunità".

Tra le ragioni, è stata citata una recente donazione di 500mila dollari che lui e la moglie Blake Lively hanno fatto per aiutare i senzatetto di Vancouver e Toronto in occasione del Ringraziamento.

Con umiltà e simpatia, Ryan Reynolds ha spiegato che non è un fan di questa petizione perché se gli intitolassero una strada super trafficata, tutti se la prenderebbero usando il suo nome:

"Molto gentile ma passo - ha scritto su Twitter - Se il traffico fa schifo, tutti diranno: 'Ryan Reynolds è un casino' o 'Ryan Reynolds è davvero intasato'".

Ma, soprattutto, non vuole dare motivo ai suoi fratelli di prenderlo in giro usando queste frasi sulla circolazione delle auto: "I miei fratelli si divertirebbero troppo" ha aggiunto.

Embed from Getty Images

Ryan Reynolds è il minore di quattro fratelli: oltre a lui, in famiglia ci sono Jeff, Terry e Patrick Reynolds.

ph: getty images