Olivia Wilde ha cambiato idea: ora è contenta di aver aver recitato in “The O.C.”

"Dopo anni, il significato mi è stato chiaro"

Se sei un fan di "The O.C.", sicuramente ti ricorderai che Olivia Wilde compariva nella seconda stagione.

L'attrice aveva fatto il provino per il ruolo di Marissa Cooper, poi andato a Mischa Barton, e i produttori della serie la richiamarono per interpretare Alex, la manager di un locale che aveva un flirt proprio con la ricca protagonista.

Fino a oggi, Olivia Wilde non si è mai detta entusiasta di quel ruolo, ma adesso ha cambiato idea: "Una volta respingevo il fatto di aver recitato in The O.C. - ha detto al New York Times - Mi dicevo: 'Ho fatto una soap teen, che imbarazzo'. Ma ora penso di essere stata fortunata a farla".

La 35enne è andata nel dettaglio parlando nel podcast Keep It: "Il mio ruolo è stato come una rivelazione al mondo, era questa sensazionale storyline sull'amore tra due ragazze adolescenti. All'epoca mi dicevo: 'Beh, questa cosa dovrebbe essere normale, perché ne fate un grosso caso?"

"E poi, dopo anni, quel significato mi è diventato chiaro quando la gente veniva verso di me per strada - ancora succede qualche volta - e mi diceva: 'Il tuo ruolo nella serie mi ha aiutato a fare coming out con la mia famiglia, mi ha aiutato a sentirmi a mio agio con gli amici e mi ha aiutato a capire che sarei potuto essere così, trovare la mia sessualità in modo confortevole'. E io penso che questo è un onore".

Cosa fanno oggi i protagonisti di The O.C.:

ph: getty images