Niall Horan ha citato i fan italiani, ricordando quando ha capito che gli One Direction erano diventati famosi

"Mi ricordo di essere arrivato a Milano e di essermi detto: 'Questo è tutto un altro livello'"

Niall Horan è tornato indietro nel tempo a dove tutto è iniziato, facendo una chiacchierata con Dermot O'Leary.

Si tratta di un personaggio televisivo britannico che ha condotto diverse edizioni di X Factor Uk, compresa quella del 2010 in cui parteciparono gli One Direction.

Il presentatore gli ha chiesto quando ha capito che il successo targato 1D era decollato e il cantante ha spiegato che è stato quando lui, Harry Styles, Louis Tomlinson, Zayn Malik e Liam Payne sono usciti per la prima volta dal Regno Unito e ha citato i fan italiani.

via GIPHY

"Tutto è iniziato intorno all'uscita di What Makes You Beautiful. Giravamo il Regno Unito, in città come Glasgow, Birmingham, Manchester, per i firmacopie. Quello è stato il primo assaggio. Ma poi siamo andati in Italia, Germania, Francia, Olanda" ha cominciato il 27enne.

"Mi ricordo di essere arrivato a Milano il primo giorno e di essermi detto: 'Questo è tutto un altro livello'. Eravamo in Duomo, nel centro della città, e c'erano migliaia di persone che bussavano ai finestrini dell'automobile. È stata la prima volta che davvero vedevo l'isteria".

Ha aggiunto, con un pizzico di ironia, che i modi di fare espansivi e chiassosi del popolo italiano hanno reso il tutto ancora più d'impatto: "E ovviamente in Italia tutti sono... - ha detto, imitando qualcuno che gesticola - È tutto più drammatico, più passionale. Anche la polizia era matta. Finché eravamo nel Regno Unito eravamo ancora nella bolla di X Factor, ci avevamo visto in tv per dieci settimane, era ovvio che ci fosse un po' di pazzia. Ma quando siamo arrivati in Europa e abbiamo fatto quel piccolo giro per l'uscita del primo album... Tutto è iniziato così".

Da quel momento in poi, la mania One Direction era aumentata esponenzialmente. Dermot O'Leary gli ha quindi domandato se si sia mai sentito "prigioniero" a causa di tutta quell'attenzione.

"Un paio di volte, sì - ha risposto Niall Horan - Avevamo 17, 18, 19 anni. Ho fatto un po' fatica all'inizio. Il pensiero di dover chiudere le tende della mia stanza d'hotel era da pazzi per me. Non capivo perché non ci lasciassero uscire. Volevamo solo fare una passeggiata. Adesso lo capisco ma allora dicevo: 'Fateci solamente uscire'".

Ha quindi ricordato un aneddoto avvenuto durante il tour negli stadi in America Latina: "Siamo arrivati a Lima all'una di notte e, mentre andavamo in hotel dall'aeroporto, Louie [Louis], Liam ed io abbiamo notato un centro commerciale e ci siamo detti che saremmo tornati il mattino dopo per fare un giro".

"Il mattino seguente ci svegliamo, io e Louie stiamo giocando ai videogiochi in stanza, arriva Liam e dice: 'Dai, andiamo'. Louie aveva ancora le tende chiuse e dice: 'Devi vedere fuori da quella finestra'. La polizia aveva contato le persone e c'erano almeno 10mila persone per strada".

Se te lo sei perso, recentemente Zayn Malik ha detto di essere un fan di Niall Horan e della sua musica!

ph: getty images