Michelle Williams è rimasta “paralizzata” davanti alla differenza tra la sua retribuzione e quella della co-star Mark Wahlberg

Un gap abissale

Sarebbe favoloso se essere una donna, piuttosto che un uomo, non c'entrasse nulla con quanto si viene pagati per un lavoro: sarebbe, ma purtroppo non è ancora così.

Michelle Williams ha parlato della sua esperienza in tema durante la giornata dell'Equal Pay, raccontando cosa ha provato quando ha scoperto che la co-star di "Tutti i Soldi del Mondo" Mark Wahlberg aveva guadagnato molto più di lei.

Embed from Getty Images

L'attrice ha detto che si è sentita "paralizzata da un sentimento di inutilità", venendo a sapere che il collega aveva messo in tasca 1,5 milioni di dollari per rigirare alcune scene della pellicola (dopo la rimozione di Kevin Spacey dal cast, erano state rigirate alcune scene con un altro attore), mentre lei aveva ricevuto poco meno di mille dollari.

"A fine 2017, è uscita la notizia che io ero stata pagata meno di mille dollari in confronto ai 1,5 milioni che la mia controparte maschile aveva ricevuto per la stessa quantità di lavoro" ha detto Michelle Williams.

"E indovinate cosa? Non interessava a nessuno. Non è stata una sorpresa per me, ha solo rinforzato quello che già credevo, l'uguaglianza non è un diritto inalienabile e le donne devono lavorare duro per meno soldi, mentre si portano sulle spalle anche le responsabilità di casa".

Dopo che era uscita la notizia, Mark Wahlberg aveva donato il suo compenso a Time's Up. Ecco cosa ne ha pensato Michelle Williams: "Penso sia la storia a cui normalmente farei resistenza: la favoletta morale con un lieto fine o forse un lieto inizio perché sono qui. Non troverò soddisfazione finché non avrò fatto tutti gli sforzi per assicurare l'innalzamento dell'autostima femminile e la sua connessione sul mercato del lavoro".

Forza Michelle!

ph: getty images